spal giocatori italianiFerrara, 14 mag – Una squadra che doveva essere la cenerentola della cadetteria ma è riuscita, l’anno successivo al balzo in serie B, a conquistare la promozione diretta nel massimo campionato. Stiamo parlando della Spal, la società di Ferrara che torna in A dopo quasi 50 anni (49 per la precisione) e lo fa con una rosa di 24 giocatori che condividono una caratteristica: sono tutti, dal primo all’ultimo, italiani.

In tempi di campagne acquisti all’estero (e viceversa), la Spal va controcorrente. E lo fa non per necessità: “Squadra di soli italiani? E’ una politica voluta da me, dobbiamo lanciare giocatori italiani e giovani, è questa la mia idea di calcio“, ha spiegato pochi mesi fa il presidente Walter Mattioli, che dopo aver preso in mano la blasonata formazione ferrarese l’ha portata dal fallimento del 2012 alla gloria di quest’anno.

Non solo italiani e pure giovani (l’età media è poco superiore ai 25 anni) ma anche forti, almeno a giudicare dai risultati. Spicca su tutti il portiere Alex Meret, che a fine stagione tornerà all’Udinese, figlio di quella scuola degli estremi difensori che da Buffon a Donnarumma sforna sempre talenti. Per non parlare del bomber Gianmarco Zigoni o del giovane talento Manuel Lazzari, una carriera tutta attorno al delta del Po che in cinque anni gli ha permesso il salto dalla serie D all’olimpo del calcio.

Nicola Mattei

Commenti

commenti

1 commento

  1. Questa Spal,in tempo così neri per l’Italia e la ormai quasi persa identità degli Italiani (ormai quasi tutti scimmie italioti sciuscià),mi commuove profondamente e mi da l’orgoglio di sentirmi italiano . Chissà se altre squadre seguiranno questo magnifico esempio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + dieci =