rissa_albanesi
Rissa tra albanesi

Roma, 3 ott – Giovedì mattina, linea 764 dell’Atac, zona Roma sud: una mattina come tante, il mezzo pieno di ragazzi diretti a scuola, tra loro un ragazzo indiano, quasi diciottenne e gravemente invalido per problemi motori e linguistici. Il quale si trova improvvisamente nel mirino di due delinquenti albanesi, Moni Eduart di 33 anni e Dauti Roland di 32, con precedenti per furto, che prima lo insultano al grido di “indiano di merda, sei solo un mangia riso”, quindi lo colpiscono ripetutamente alla testa con un giornale arrotolato, pare nell’indifferenza degli altri passeggeri, eccetto un compagno di scuola dello sfortunato disabile che accorre in sua difesa e viene a sua volta picchiato con calci e pugni.

Per puro caso, una pattuglia della polizia di passaggio che ha notato la scena, decidendo di seguire il mezzo fino alla prima fermata, dove i due albanesi sono fuggiti, per essere però rapidamente rintracciati e fermati grazie alle testimonianze rese dai passeggeri.

Nei loro confronti il Pm Gianluca Mazzei della procura di Roma ha contestato i reati di lesioni personali aggravate, di violenza privata e violazione della legge Mancino sull’odio razziale. Nonostante il carattere particolarmente odioso dell’aggressione e i precedenti dei due criminali, tuttavia, il giudice del tribunale monocratico, pur convalidando il fermo, ne ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del processo.

Un episodio drammatico e quanto meno sintomatico: gli albanesi, tra le etnie statisticamente più delinquenti presenti in Italia, confermano quella che è conoscenza comune e cioè di essere anche tra i più razzisti (anche nei nostri confronti), mentre gli italiani, con qualche eccezione, non hanno più le palle nemmeno per difendere un ragazzo disabile aggredito su un autobus.

Manlio Lanini

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − 8 =