abdel-majid-touil
Abdel Majid Touil il marocchino arrestato a Gaggiano in provincia di Milano

Milano, 20 mag – Un cittadino nordafricano è stato arrestato questa mattina nel milanese. Gli uomini della Digos, Polizia di Stato, lo hanno catturato a Gaggiano, nei dintorni del milanese. Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un ventiduenne di nazionalità marocchina, Abdel Majid Touil, ricercato dalle autorità di Tunisi che ritengono sia coinvolto nell’attentato al museo del Bardo.

L’uomo si trovava in Italia un mese prima dell’attacco, secondo l’identificazione del 17 febbraio scorso che lo colloca a Porto Empedocle. Giunto con un barcone, su di lui risulta un provvedimento di espulsione emesso dal questore di Agrigento. Dovrebbe essersi  successivamente recato in Tunisia, per poi tornare in Italia a Gaggiano dove è stato arrestato. Nel paese vivono la madre, badante, e due fratelli. Nell’appartamento dei suoi familiari, estranei all’inchiesta, la Digos di Milano avrebbe sequestrato del materiale.

L’attacco, compiuto o quantomeno rivendicato da militanti quaedisti il 18 marzo scorso, costò la vita a 24 persone, fra le quali 4 italiane. Nella sparatoria al museo nazionale di Tunisi furono inoltre ferite più di 50 persone, mentre in totale furono più di 100 i turisti tenuti in ostaggio in una delle giornale più nere per la piccola repubblica che viene da anni di conflitti interni -anche sanguinosi- dopo la deposizione del presidente Ben Ali e continua a combattere contro infiltrazioni fondamentaliste che hanno trovato terreno fertile nell’instabilità politica, sociale ed economica del paese.

Ancora non è chiaro il motivo per il quale il ventiduenne marocchino si trovasse in Italia.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here