Fiumicino: il lavoro sotto attacco

AEROPORTI: FIUMICINO; DAI PASSEGGERI OK A NUOVA SEGNALETICARoma, 15 nov – Eclatante protesta degli ex lavoratori di World Duty Free Group Italia presso l’Aeroporto di Fiumicino. Sette ex dipendenti della società si sono incatenati questa mattina nella sala partenze del Terminal 1. Fanno parte del gruppo dei 44 che avevano perso nei mesi scorsi il posto di lavoro. Solo 20 sono stati riassorbiti in ambito aeroportuale. Sul posto ci sono le forze dell’ordine.

Non accenna a tranquillizzarsi la situazione presso il maggiore scalo italiano. È di appena due giorni fa lo sciopero di tutti i ristoranti e diversi esercizi commerciali, a causa della minaccia delle loro società di rinnovare i contratti ai dipendenti stagionali senza garantire malattie e ferie pagate. A ciò si aggiungono le preoccupazioni e le proteste della maggioranza dei lavoratori Alitalia, di fronte allo spettro degli esuberi che potrebbe portare il nuovo piano di ristrutturazione della società.

Una crisi che rischia di coinvolgere a cascata tutti i lavoratori dello scalo romano, come i dipendenti di Aeroporti di Roma, che già a fine 2012 colpì centinaia di addetti sicurezza con una decurtazione secca del 16% in busta paga. Nonostante gli investimenti annunciati dal gestore aeroportuale per ampliare le strutture dell’hub e migliorare i servizi offerti, la mancanza di piani industriali efficienti e i sempre più reiterati attacchi al lavoro rischiano di infliggere ulteriori colpi ai lavoratori e alle famiglie italiane.


Francesco Carlesi

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.