Milano, 11 gen – Tre africani, un ventiquattrenne nigeriano clandestino, un venticinquenne marocchino e un suo connazionale di quattro anni più giovane, anche lui irregolare, sono stati arrestati martedì sera dalla polizia fuori dalla stazione di Lodi con le accuse di rapina, tentata rapina, minacce e lesione.

I tre si sono resi protagonisti di un’aggressione brutale a bordo di un treno partito da Milano e diretto a Piacenza, terrorizzando un intero convoglio. Prima infatti hanno accoltellato un diciannovenne per rubargli telefono e soldi, poi hanno picchiato un uomo intervenuto in sua difesa e lo hanno costretto a scendere dal treno minacciando con il coltello. Una volta scesi dal treno, i treni si sono poi dati al lancio di pietre contro il convoglio e i pendolari di passaggio alla stazione di Lodi.

Come accertato dalle forze dell’ordine, i tre hanno creato il panico prima a bordo del convoglio e poi in stazione. Gli agenti della Mobile intervenuti li hanno trovati ancora sul posto e li hanno arrestati. Sempre martedì scorso, su un treno della Milano-Piacenza un capotreno è stato malmenato a colpi di ombrello da un passeggero che, fuggito, ha poi fatto perdere le proprie tracce.

Commenti

commenti

6 Commenti

  1. Troveranno sicuramente un giudice che li libera al più presto e la corte europea dei diritti degli immigrati dirà che noi italiani siamo razzisti e ci beccheremo persino la multa per maltrattamenti……. Siamo alla fine dei giochi……la puzza di fogna di questi essere immondi e bastardi ci sommergera’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here