casapound napoliRoma, 1 ott – Agguato antifascista, oggi, alla sede di CasaPound Napoli.

Intorno all’ora di pranzo, si legge in una nota del nucleo partenopeo di Cpi, “un gruppo di circa 50 attivisti di estrema sinistra appartenenti ai collettivi e centri sociali napoletani, ha deviato senza autorizzazione un corteo che si svolgeva in città, per dirigersi verso Via Foria, dove è presente la storica Berta, sezione napoletana di CasaPound. Arrivati in prossimità della stessa, alcuni degli aggressori hanno tentato di aprire la porta di ingresso di un circolo all’interno del quale erano presenti alcuni militanti di CasaPound Napoli, lanciando al suo interno prima un fumogeno e poi due bombe carta. A seguito dello scoppio delle stesse è rimasto ferito al volto un commerciante di zona, che si trovava a pochi metri di distanza. È seguito un fitto lancio di pietre, sedie e altri oggetti pericolosi”.

Colti di sorpresa e in inferiorità numerica, i militanti di CasaPound hanno comunque respinto l’assalto antagonista: “A fronte della reazione dei militanti di CPI, due dei quali rimasti feriti ad una gamba e al volto a causa delle schegge della bomba carta, gli antagonisti di sinistra hanno indietreggiato allontanandosi velocemente”, si legge ancora nella nota.

Non è il primo assalto alla sede di CasaPound da parte dei centri sociali napoletani, alcuni dei quali a suo tempo alacremente impegnati per sostenere il sindaco della città, l’ex magistrato e legalitario di ferro Luigi De Magistris.

Incredibile, intanto, la ricostruzione fornita dai collettivi, che parlano di aggressione subita, nonostante il fatto – pure da loro ammesso – che tutto si sarebbe svolto nelle adiacenze della sede di via Foria, dove un gruppo di antagonisti si sarebbe trovato a passeggiare per caso (!) di ritorno dal tribunale, dove avevano partecipato alla manifestazione in ricordo di Davide Bifolco.

Curiosa anche la reazione dei media locali, che non sembrano chiedersi il livello di verosimiglianza di un simile racconto e parlano, nella migliore delle ipotesi, di scontro fra bande.

Giuliano Lebelli

Commenti

commenti

22 Commenti

  1. è assurdo pensare che al di là del insulso gesto,
    sempre deprecabbile la violenza gratuita, si provi a difendere in questo articolo e nella ricostruzione dei fatti un qualcosa di illegale!
    Perchè il fascismo e l’apologia dello stesso è REATO PENALE (anche) in ita G lia!

    • Umberto come sempre un altro dei tanti comunisti (antifascisti) del cazzo! In tanto in Italia non si può ricreare un nuovo PNF che data la tua ignoranza, dovrò spiegarti che vuol dire Partito Nazionale Fascista. Ad ogni modo non riesco a capire come tu non rimanga scioccato da un simile gesto… Purtroppo le zecche non hanno le palle di venire contro un corteo di CPI perché finirebbero come sempre per prendercele! Quindi assaltano le nostre sedi ferendo magari ragazzi che sono li perché ancora credono in qualcosa.. ragazzi che ancora hanno voglia di lottare per la propria patria! Dei ragazzi che vorrebbero soltanto riprendere in mano le sorti dell Italia e tornare a quel benessere che c’era con Mussolini disprezzato da tanti comunisti, ma inizialmente socialista! Gli avrà fatto schifo pure a lui essere un compagno! Si sarà reso conto che sono tutti porci in cerca di facili ricchezze! Detto questo, Memento Audere Semper!!

      • Evviva la patria!! Evviva gli itagliani ignoranti!!
        da sempre sono i neofascisti i ratti che fanno agguati notturni, ovviamente con i coltelli e in maggioranza numerica, perchè quando si tratta di combattere alla pari scappano velocemente!
        Detto questo, Mussolini ci piaceva a testa in giù..

  2. Questa è sempre stata la sinistra: falsa, meschina e pigra, non sanno cosa è l’onore e l’orgoglio di migliorare….

  3. “Reato penale è bellissimo, ne conosci anche uno…civile”?? No, ma conosco reati amministrativi, per esempio, non tutti i reati sono penali. Una violazione del codice della strada non è un reato penale, ad esempio. Ma perchè parlate, perchè?

  4. Umberto al posto di pensare sempre alle farfalle aggiornati, il reato di apologia di fascismo è stato rimosso da Castelli nel 2001

  5. sti antifascisti sono degli ubriaconi che si trombano zoccole drogate che si esaltano con queste vigliaccherie. I ragazzi di casa pound troppo educati, si dovrebbero organizzare per prenderne un paio, sventrarli, aspettare che si putrefino e lasciarli in piazza con un taglio in fronte che indichi il numero 14 che a lecce è la cella di stupratori e traditori.

  6. non ho tempo mi sto facendo una risata,chi sono i fascisti? e che cosa è casa paund? ……………..scusate ho finito di ridere.

  7. che se ci fosse il fenomeno dello squadrismo, a te umberto che ti riempi la bocca di frottole e confondi Ezra Pound con chi ha perso la guerra ma ha combattuto e ti schieri contro la libertà di pensiero contrastata dalla propaganda dei dominanti, dovrebbero tagliarti la lingua per il bene degli italiani onesti.

  8. Anonimo anche a me piacciono gli spinelli, ma se vuoi toglierti ste curiosità, faccio io ………. rollatene un’altra che ridi di nuovo

  9. La terza via tra comunismo e capitalismo esiste, dice Renzaglia, e la descrisse Ezra Pound, il poeta-economista americano che per aver contrastato il sistema economico imperante si fece 12 anni di manicomio. In Italia

  10. Frustrati “fascisti”forse non avete capito che se tornasse in vita Mussolini vi spazzerebbe via tutti..nn servite a niente.

  11. anonimo tu sei un coglione teleidiota che della storia nazione hai capito cazzi perchè dopo gli alleati hai letto solo loro e novella 2000 perchè sicuramente sei frocio ……. informati sulla propaganda ….. ti do un’aiutino la storia la scrive chi vince e noi abbiamo perso

  12. poi se vuoi informazioni senza fretta ……… il gergo che usi tu ……… dammi 150 voti che ti illumino in maniera elegante

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here