Sardegna, nudo davanti ai bambini: immigrato linciato

sarda

Cagliari, 25 ago – Linciaggio sfiorato a Selargius, nel cagliaritano, dove un immigrato senegalese del vicino centro di accoglienza, si è abbassato i pantaloni in strada davanti a donne e bambini. L’africano è stato aggredito da alcuni abitanti del paese ed è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari.

Le testimonianze di tutti i residenti, confermano che lo straniero si sarebbe abbassato diverse volte i pantaloni davanti a donne e soprattutto bambini, scatenando quindi la furia dei cittadini.

L’immigrato ha rischiato di essere linciato dalla folla inferocita e dai genitori dei bambini e si è salvato per miracolo tra gli insulti dei selargini, che hanno considerato troppo grave il gesto del senegalese, che a quanto pare si sarebbe ripetuto ieri per il secondo giorno di seguito, scatenando una vera e propria rissa sedata solo dall’intervento dei carabinieri.

Prima del tumulto, lo straniero avrebbe rifiutato una pizza offerta dalla pizzeria lanciandola in strada. Questo ennesimo caso aumenta anche il malcontento dei commercianti della zona nei pressi del centro di accoglienza di via Padova, che, come ormai in tutta Italia, si sentono sempre meno al sicuro.

…Ma la bandiera dei quattro mori non si ammaina così facilmente…


Andrea Bonazza

Print Friendly
Image Donation-Banner

6 Risponde a Sardegna, nudo davanti ai bambini: immigrato linciato

  1. .. 25 agosto 2015 a 20:42

    Sareste da denunciare per la diffusione di queste notizie, false come la banconota da 30 euro, mamma mia.

    Rispondi
    • Antonio Spinucci 25 agosto 2015 a 23:34

      Qui nessuno diffonde notizie false, l’ autore si firma per nome e cognome -A differenza Sua- e credo che per pubblicare certe cose abbia le sue fonti altrimenti non lo farebbe.

      Non perda tempo con carta bollata ed Avvocati, perderebbe la causa e sprecherebbe un sacco di soldi, piuttosto se vuole fare qualcosa di utile per migliorare l’ Italia vada a parlare con Renzi e gli dica di sveltire le procedure di analisi delle richieste di asilo e quelle per l’ identificazione ed il controllo di chi chiunque entri nel nostro territorio, altrimenti di fatti come quelli di cui sopra si verificheranno sempre di più.

      Saluti

      Rispondi
  2. mario 26 agosto 2015 a 21:12

    Cari Angelo e Antonio Nel video si vede un ragazzo apostrofato come nero di merda che sta per essere arrestato e niente altro non prova assolutamente le accuse dell’articolo…e in questo periodo do ragione al signor nessuno che non si fida…ho visto articoli e foto di uomini di colore accusati di violenze o che giocano alle spot machine e tante altre porcate ma sono foto di afroamericani delinquenti o ricchi da potersi permettere di giocarsi i soldi….e la colpa è sempre del profugo dell’uomo nero adesso finiamola con questo fomentare odio razzista…mettiamo che l’articolo sia vero e che quel ragazzo è un pazzo che sicuramente va punito cosa cavolo c’entra il colore della pelle è un delinquente come chiunque e cosa c’entrano i profughi e gli extra comunitari…è come asserire che seccume Jack lo squartatore è un bianco tutti i bianchi sono dei serial killer!! datevi una ravveduta o finisce a linciaggi per strada e fate attenzione se siete un po abbronzati perché sappiate che il problema degli altri prima o poi potrebbe essere il vostro come è stato in passato MEDITATE E STATE BUONI SE POTETE

    Rispondi
    • Max 27 agosto 2015 a 11:50

      “…mettiamo che l’articolo sia vero e che quel ragazzo è un pazzo che sicuramente va punito cosa cavolo c’entra il colore della pelle è un delinquente come chiunque e cosa c’entrano i profughi e gli extra comunitari…” c’entra ed è semplicissimo da cogliere. Il colore della pelle (nero) indica un individuo proveniente da un paese straniero… capito? e si da il caso che ci bastano i delinquenti italiani

      Rispondi
  3. io 31 agosto 2015 a 14:51

    W i linciaggi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.