Roma, 28 ago – Gli immigrati musulmani si stanno integrando alla grande. Lo dice una fondazione tedesca, la Bertelsmann Stiftung, che ha condotto un’inchiesta su 10mila persone in Germania, Francia, Regno Unito, Austria e Svizzera. In questi cinque Paesi, secondo lo studio, ci sarebbero 14 milioni si islamici. Secondo l’inchiesta, il 67% degli immigrati musulmani di seconda generazione prosegue gli studi dopo il liceo. Il 96% di loro, in Francia e Germania, si dice “legato” al proprio Paese di accoglienza. Nessun ostacolo, quindi? Ce ne sono, certo, ma da parte delle società ospitanti, non certo da parte dei giovani musulmani. Il 28% degli austriaci, per esempio, ha dichiarato di non volere un vicino musulmano. Nel Regno Unito è il 21%, in Germania è il 19%, in Svizzera il 17%, in Francia il 14%. Il rapporto sottolinea anche le “discriminazioni” che i musulmani subirebbero sul lavoro. In Francia, il 14% di loro è disoccupato, quando il tasso di persone senza lavoro in tutto il Paese è del 9%. L’istituto tedesco auspica quindi che i Paesi in questione accordino all’islam “lo stesso statuto legale degli altri gruppi religiosi”, promuovendo i “contatti interculturali e interreligiosi”.

Insomma, l’integrazione degli immigrati musulmani procede alla grande, almeno per quel che riguarda loro, sono semmai le nostre società a dover fare di più. Certo, forse in uno studio su questo argomento poteva trovare posto il dato degli oltre 15mila islamici “radicalizzati” di Francia o dei 23mila del Regno Unito. Si poteva magari dire qualcosa sullo stillicidio di attentati che da tre anni scandisce le nostre esistenze e che sono maturati tutti esclusivamente nelle comunità immigrate di estrazione musulmana. Sarebbe stato un ottimo motivo per capire perché qualcuno, nonostante la rieducazione mediatica, preferisce ancora avere un connazionale come vicino di casa. Ma forse anche queste considerazioni sono un ostacolo ai “contatti interculturali e interreligiosi”.

Giorgio Nigra

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here