Roma, 20 mar – Nuova sorprendente performance di Vittorio Sgarbi, ieri sera a Bianco e Nero, il programma di La7 condotto da Luca Telese. L’argomento di dibattito era il tema della legittima difesa, in merito al quale Sgarbi stava tentando di fare un ragionamento, almeno fino a quando non è stato interrotto dal conduttore. Immediata la reazione: “Vuoi lasciarmi finire invece di dire delle stronzate?“, sbotta, ricevendo subito il rimbrotto di un’indignata Luisella Costamagna: “Luca, non si può accettare questo comportamento”, “Non si può accettare – risponde subito Sgarbi – il tuo comportamento, le tue cazzate quotidiane! E allora vaffanculo!”. Ringalluzzito dalla difesa, Telese prova a recuperare: “Se devi continuare così, te ne alzi e te ne vai”. Niente da fare: “Te ne vai tu!”, rincara la dose Sgarbi, che se la prende di nuovo con la Costamagna : “Io non so chi sia lei, lei non ragiona, lei sragiona!”

Interviene di nuovo Telese, che prova a riprendere le fila del discorso, ma Sgarbi è un fiume in piena: “Stai zitto! Taci! Ti faccio tacere perché non sei un conduttore, sei un uomo che interrompe!”. E’ a questo punto che prende la parola Luciana Castellina, ma solo per proporre a tutti di andarsene. Invito che Sgarbi sottoscrive: “Ecco, andatevene tutti, arrivederci“. Così è: la Costamagna, la Castellina e Simona Izzo, altra ospite fino ad allora non intervenuta nella querelle-show, si alzano e lasciano il tavolo. E a Telese non resta altro che mandare la pubblicità.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. in ogni caso Sgarbi o non Sgarbi,il nostro è davvero l’unico Paese al mondo in cui ci si preoccupa realmente che un rapinatore possa
    delinquere in maniera sicura,senza correre rischio alcuno;

    alla base,se da una parte vi era il vecchio concetto comunista che ” ahhh la proprietà è un furto ahhh” negli ultimi anni si è aggiunto un aggiornamento “anti-razzista” di tal grande puttanata…in quanto la stragrande maggioranza dei reati predatori commessi contro privati è rigorosamente di importazione.

    in realtà (qui lo dico e qui lo nego) “contenere” un criminale che pensava di farsi una passeggiata di salute penetrando nelle nostre private pertinenze è davvero apprezzabile non solo come citazione storica delle capacità belliche e strategiche della nostra Penisola (da Cesare a Machiavelli passando per gli Arditi) ma anche come corto circuito mentale di chi delinque impunemente protetto moralmente da quei personaggi (e personaggesse) presenti in studio.

    Sotto a chi tocca e…”se ti perdi tuo danno”.

  2. Aveva ragione Sgarbi!
    Il conduttore non lo ha fatto parlare, le altre persone hanno preso posizione per differenze di pensiero politico, i concetti e le citazioni di Sgarbi sono preconcettualmente diverse dalle persone di sinistra presenti in quella come in tutte le trasmissioni e lo scopo dei sinistri è sempre e solo quello di ostacolare chi non la pensa come loro.

  3. …Sgarbi aveva ragione da vendere, per questo lo ostacolavano! La difesa é sempre legittima: chi viola la dimora di qualcuno si deve assumere i rischi di ogni genere che ne derivano, anche di essere ucciso, é una cosa così ovvia, soprattutto ai giorni nostri dove continuamente si leggono di violenze efferate ed inammissibili ai danni di inermi cittadini lasciati totalmente indifesi ed in balia delle peggiori teppaglie, di ogni razza e religione…

    La tristezza che poi viene dentro é per la misera condizione in cui una nazione ricca come la nostra ed un popolo formidabile come quello degli italiani oggi si trovando: strozzati da assurdi accordi sovranazionali che nessuno ha votato ed ostaggio di una classe politica incompetente e corrotta, collusa con le lobbies che a tutto
    pensa fuorché al progresso delle istituzioni ed al benessere della sua gente…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here