banksy-if-graffiti-changed-anything-it-would-be-illegalNew York 15 ott – Bansky non cessa mai di stupire. Questa volta l’artista di strada di Bristol, di cui non si conosce l’identità, si è travestito, ha installato una bancarella a Cental Park e si è messo a vendere i suoi quadri a prezzi stracciati. Poi, con una telecamera nascosta ha filmato il tutto e ha inserito il filmato nel suo sito internet. “Ieri ho messo su un banchetto nel parco – ha dichiarato l’artista – vendendo originali al cento per cento firmati Bansky”. In fondo la street art appartiene alla strada e lì deve rimanere.
Un anziano signore ha acquistato quattro quadri, che sul mercato sono quotati centinaia di migliaia di dollari, per 60 dollari l’uno. Un turista della Nuova Zelanda ne ha acquistati due mentre una signora ha insistito per alzare il prezzo dei quadri, a suo dire troppo basso.
L’originale trovata di Bansky si colloca all’interno di Better Out Than In, la manifestazione che prevede un blitz artistico al giorno per un mese nella città di New York e che ha scatenato una vera caccia al tesoro tra i suoi fan.
L’autore inglese è certamente il più grande innovatore dell’arte contemporanea. Anonimo come lo erano gli artisti del Medioevo e originale come un futurista, Bansky in questi anni si è distinto per le sue scorribande: ha appeso i suoi quadri vicino alle grandi opere d’arte di alcuni importanti musei, ha dileggiato Paris Hilton che gli aveva chiesto un ritratto vedendosi rappresentata con il corpo di donna e la testa di chihuahua, ha riempito i muri di tutte le città del mondo con i suoi graffiti.

Michael Mocci

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 1 =