piergiorgio_odifreddi_02Roma, 27 nov – Nel corso di un’intervista, rilasciata ieri ad Andrea Scanzi per Il Fatto Quotidiano, Piergiorgio Odifreddi è tornato a parlare dell’olocausto e del suo approccio scientifico riguardo al tema. Il matematico torinese ha dichiarato che “il processo di Norimberga fu propaganda come quello a Saddam”, aggiungendo: “l’Imperatore giapponese era colpevole tanto quanto Hitler, eppure nessuno l’ha processato. Attraverso Hollywood ci siamo convinti che i buoni erano i cowboy e non gli indiani d’America, vittime di un eccidio di 18 milioni di persone, tre volte l’Olocausto. Norimberga è stata un’analoga opera di propaganda”.

 

Il matematico torinese non è nuovo a questo tipo di esternazioni: a pochi giorni dalla morte di Erich Priebke Odifreddi aveva sostenuto, nel suo blog su Repubblica.it, che non poteva esimersi dal pensare che delle camere a gas non potesse sapere nulla di diverso da quanto fatto pervenire dal ministero della propaganda. Dichiarazioni che suscitarono un vespaio di polemiche e portarono Odifreddi alla decisione di chiudere il blog, non prima di aver chiarito che le sue non sono teorie negazioniste ma affermazioni scaturite dalla volontà di voler cercare una verità storica e razionale, anche a fronte di argomenti così delicati. Una posizione ferma e coerente con la sua storia personale, che probabilmente verrà strumentalizzata ad arte dagli apostoli del pensiero unico.

 

Odifreddi si è esposto anche a un giudizio su Ratzinger, col quale dice di condividere il medesimo approccio razionale alla realtà, mentre ha avuto parole dure nei confronti di papa Francesco, definito “un pubblicitario strepitoso che vende il suo prodotto in maniera incredibile” ma che “dottrinalmente dice poco o nulla”.

 

Francesco Pezzuto

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − 6 =