microscopioRoma, 12 nov – Si chiama Arm 200, ed è il più potente microscopio che abbia mai operato nel nostro continente. Ed è italiano. A riconoscere il primato è il celebre CNR, nella persona del suo presidente, Corrado Spinella. “Fa parte di una nuova classe di microscopi elettronici e unisce caratteristiche eccezionali, che ne fanno il più potente microscopio elettronico d’Europa”. A margine della presentazione del macchinario, che andrà a completare la dotazione dell’Istituto per la Microelettronica ed i Microsistemi di Catania, Spinella ha spiegato le specifiche del macchinario, costruito con la partecipazione del Miur (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca): “Lo strumento”, ha spiegato, “ha una configurazione hardware che combina risoluzione spaziale atomica e contrasto chimico su una sola immagine, permettendo l’identificazione della struttura dei materiali, elemento per elemento, in tutte le proiezioni tridimensionali”.

“Grazie alla possibilità di investigare i materiali a risoluzione sub-angstrom, potremmo realizzare una vastissima gamma di dispositivi super veloci e a basso consumo, sistemi per la memorizzazione di enormi quantità di informazioni, strumenti per l’identificazione di marker biologici in quantità piccolissime di fluidi”, ha concluso lo scienziato.

Infine, un paio di indicazioni tecniche, a supporto degli “specialisti”: ARM 200 è stato installato in un laboratorio foto isolato e anti vibrante dotato di pannelli termo radianti ed è il primo microscopio che opera anche a basse energie, sotto i 40 keV. In questo modo consente lo studio di materiali soffici e strutture a base di carbonio come il grafene. In Sostanza, Arm 200 sarà in grado di osservare ciò che può essere  manipolato su scala atomica nei materiali, variandone le proprietà e le funzionalità.

Francesco Benedetti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =