Alenia Aermacchi: mega-contratto Eurofighter con il Kuwait

MostraImmagineFoto (1)Roma, 14 set – Ormai è ufficiale: venerdì scorso, i ministri della Difesa italiano e del Kuwait hanno infatti siglato l’accordo per la vendita di 28 EF200 Typhoon.

L’annuncio è stato fatto ieri in occasione della visita al Quirinale del Primo ministro kuwaitiano, Jaber Mubarak Al-Hamad Al-Sabah.

Il valore del contratto è riservato, ma analisti e riviste specialistiche del settore lo stimano un valore complessivo intorno agli 8 miliardi di euro di cui circa 2 miliardi andrebbero ad Alenia. Il più grande contratto che Alenia Aermacchi abbia mai firmato che comprende non solo la vendita dei velivoli ma anche tutta la logistica, il training per piloti e ground crew, il supporto operativo ed il mantenimento delle infrastrutture in Kuwait.

EF-desertUn risultato, frutto di una duro lavoro iniziato nel 2012 , che porta ingenti benefici a medio termine per tutto il comparto nazionale. Alenia Aermacchi è infatti PCO (Prime Contractor Organization) del contratto e sarà l’interfaccia principale con questo cliente all’interno del consorzio Eurofighter. Questo significa che i velivoli verranno prodotti in Italia e che gran parte della commessa sarà destinata ad aziende italiane.

“L’accordo con il Kuwait è un tangibile esempio dell’importante collaborazione creatasi tra industria e le istituzioni nazionali – ha affermato Filippo Bagnato, AD di Alenia Aermacchi – Faccio i complimenti al team e a tutte le funzioni coinvolte per la qualità del lavoro fatto e per la dedizione dimostrata nel raggiungimento di questo eccellente risultato”

Con questa acquisizione, il Kuwait sarà l’ottava Forza Aerea ad utilizzare il Typhoon nella regione del Golfo aggiungendosi al Regno dell’Arabia Saudita (72 velivoli) e al Sultanato dell’Oman (12 velivoli).

Con il Kuwait, l’Eurofighter Typhoon ribadisce il suo ruolo di più grande programma militare di collaborazione europea, con un totale di 599 aerei commissionati, oltre 100.000 posti di lavoro in 400 aziende ad alta tecnologia coinvolte in tutto il continente e dimostra di essere il più avanzato aereo da combattimento multi-ruolo di nuova generazione attualmente disponibile sul mercato mondiale.

Cesare Dragandana


Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.