Il terremoto giudiziario che sta facendo barcollare la Jp Morgan, condannata a rifondere 13 miliardi di dollari ai contribuenti americani per aver venduto prodotti finanziari “irregolari” tra il 2005 e il 2007, sta avendo pesanti ripercussioni nel mondo della finanza internazionale. E l’onda lunga della crisi arriva fino in Germania, dove il colosso tedesco della Deutsche Bank rileva un calo del 94% degli utili nel terzo trimestre dell’anno. Un utile netto di 51 milioni di euro, anziché i 376 pronosticati dagli analisti.  Non si tratta soltanto dell’effetto – catena che spesso si manifesta nei mercati finanziari. Anche in questo caso sull’istituto di credito d’oltralpe grava il peso di una causa legale. Nella fattispecie legata al presunto coinvolgimento della banca nella manipolazione dei tassi Libor ed Euribor, con l’obiettivo di facilitare l’acquisto dei prodotti finanziari della Deutsche Bank.

Ma non finisce quì. Ad abbattere la credibilità del colosso c’è un’altra accusa, diretta ad alcuni top manager dell’azienda, secondo la quale questi sarebbero responsabili di una grossa evasione fiscale legata al mercato delle emissioni di Co2: un giro d’affari miliardario (la banca ha accantonato nel terzo trimestre 1,2 miliardi di euro per affrontare i processi) che si aggiunge ai 3 miliardi di accantonamenti operati dal CDA.  Stessa sorte per la celebre banca svizzera UBS, che rischia di mancare gli obiettivi di redditività per il 2015. L’aumento dei requisiti di capitale richiesto dalle autorità svizzere per far fronte ad analoghi procedimenti giudiziari, infatti, ammonta a 556 milioni di franchi.  Che si aggiungono ai 780 milioni versati a seguito di una condanna per evasione fiscale operata negli USA ed ai 3 miliardi complessivi operati negli ultimi anni tra risarcimenti e transazioni (Fonte: Il Sole 24 Ore).

La borsa non ha tardato a manifestare le preoccupazioni degli investitori: Intorno alle 9,15 Ubs cedeva il 5,74%, dopo essere arrivata a perdere oltre 6% nelle prime battute. Deutsche Bank ha perso il 2,23%. Lo stoxx europeo dei bancari ha ceduto complessivamente l’1,22%.

Francesco Benedetti

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − sei =