La crisi distrugge la famiglia: un milione di genitori cerca lavoro

disoccupazione-lunga-durata-300x270Roma, 25 mag – Dopo aver privato una intera generazione dei più elementari diritti sociali, la crisi attacca frontalmente anche l’ultimo ammortizzatore sociale per le nuove generazioni: la famiglia.

Secondo l’Istat, infatti, sono un milione e 182 mila i genitori italiani nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 64 anni, con uno o più figli, che nel 2014 erano alla ricerca di un lavoro.

Si tratta di un aumento del 6,2% rispetto al 2013.

Secondo l’Istituto nazionale di statistica sono 146 mila le madri o i padri soli, cioè nuclei monogenitore, e 1 milione 36 mila, invece, vive con il coniuge o il convivente.

Sempre dalle tabelle dell’Istat, emerge un altro dato preoccupante: lo scorso anno in 1 milione 181 mila famiglie, tutti i componenti erano disoccupati.

In queste famiglie non esiste una busta paga, ovvero non vi sono entrate da reddito di lavoro. Il loro numero è risultato in aumento rispetto al 2013 del 4,6%. Più numerose le mamme (628 mila) che sono alla ricerca di un lavoro rispetto ai papà (554 mila).

Tuttavia sono aumentati leggermente anche i genitori che un posto ce l’hanno (+0,5%). Difatti, rispetto all’anno precedente, si denota un incremento delle forze lavoro, ovvero del tasso di attività sia per le famiglie monogenitore (da 71,4% a 71,7%) sia per le coppie con figli (da 70,8% a 71,5%).


Giuliano Lebelli

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.