Alba Dorata su referendum: bene il NO, ma ora vinca sovranità

michailAtene, 5 lug – Il segretario di Alba Dorata, Nikolaos G. Michaloliakos è intervenuto a caldo per commentare la vittoria del NO al referendum greco, sostenuto con forza oltre che da Syriza anche dal suo movimento.

“Alba Dorata – ha dichiarato Michaloliakos – accoglie con favore il risultato del referendum del 5 luglio 2015. La risposta del popolo greco alla proposta dei “partner”, la proposta Juncker, è stata un travolgente NO. Questo No è stato sostenuto con forza dal nostro movimento e ringrazio tutti i deputati, tutti i dirigenti, tutti i militanti che hanno fortemente sostenuto questa linea.”

“Il giorno dopo, però – ha aggiunto il segretario – dovrà trovare tutti i greci uniti. Va inoltre sottolineato che il “NO” di Alba Dorata alla proposta Juncker è anche contrarietà a qualsiasi accordo del governo che possa accettare i contenuti del memorandum, rispetto al quale rimaniamo nettamente contrari”

Ha sofferto forti privazioni il popolo greco la scorsa settimana, con code ai negozi di generi alimentari e alle banche. Questo è stato un fenomeno inaccettabile per il quale la responsabilità è non solo dal governo, ma anche dell’Europa, che coercitivamente ha tentato di costringere il popolo greco a dire “Sì” alla sua proposta.

Alba Dorata ha fatto il suo dovere e si è confermato movimento patriottico e nazionale, che ha detto NO al dominio straniero . Inoltre, vanno fermate anche l’ingiuria, la calunnia, l’esclusione e la guerra contro di noi.


Alba Dorata – ha concluso il segretario – ha detto dunque NO al dominio straniero. Ha detto NO ad ogni compromissione. E io dico NO a qualsiasi accordo che sia regolato da legge straniera e limiti la sovranità nazionale “ .

Cristiano Coccanari

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.