michailAtene, 5 lug – Il segretario di Alba Dorata, Nikolaos G. Michaloliakos è intervenuto a caldo per commentare la vittoria del NO al referendum greco, sostenuto con forza oltre che da Syriza anche dal suo movimento.

“Alba Dorata – ha dichiarato Michaloliakos – accoglie con favore il risultato del referendum del 5 luglio 2015. La risposta del popolo greco alla proposta dei “partner”, la proposta Juncker, è stata un travolgente NO. Questo No è stato sostenuto con forza dal nostro movimento e ringrazio tutti i deputati, tutti i dirigenti, tutti i militanti che hanno fortemente sostenuto questa linea.”

“Il giorno dopo, però – ha aggiunto il segretario – dovrà trovare tutti i greci uniti. Va inoltre sottolineato che il “NO” di Alba Dorata alla proposta Juncker è anche contrarietà a qualsiasi accordo del governo che possa accettare i contenuti del memorandum, rispetto al quale rimaniamo nettamente contrari”

Ha sofferto forti privazioni il popolo greco la scorsa settimana, con code ai negozi di generi alimentari e alle banche. Questo è stato un fenomeno inaccettabile per il quale la responsabilità è non solo dal governo, ma anche dell’Europa, che coercitivamente ha tentato di costringere il popolo greco a dire “Sì” alla sua proposta.

Alba Dorata ha fatto il suo dovere e si è confermato movimento patriottico e nazionale, che ha detto NO al dominio straniero . Inoltre, vanno fermate anche l’ingiuria, la calunnia, l’esclusione e la guerra contro di noi.

Alba Dorata – ha concluso il segretario – ha detto dunque NO al dominio straniero. Ha detto NO ad ogni compromissione. E io dico NO a qualsiasi accordo che sia regolato da legge straniera e limiti la sovranità nazionale “ .

Cristiano Coccanari

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × cinque =