Dopo il nero, la donna: Hillary Clinton punta alla Casa Bianca

hillaryWashington, 13 apr – I fan della politica vista sotto forma di fiaba gioiranno: dopo il primo presidente nero, gli Stati Uniti potrebbero avere il primo presidente donna. Hillary Rodham Clinton, 67 anni, ex segretario di Stato Usa, ha infatti annunciato ufficialmente la sua candidatura alla Casa Bianca nelle elezioni del 2016.

Proprio l’esperienza di Barack Obama – che ha espresso il suo favore alla candidatura – consiglierebbe maggiore prudenza, dato che i fatti hanno dimostrato che non basta la pigmentazione della pelle per cambiare la politica di una nazione. Figurarsi se basta il genere sessuale. Troppo tardi, comunque: la grancassa mediatica è già partita.

“Sono candidata alla presidenza, voglio diventare la prima presidente Usa”, ha affermato Clinton in un video pubblicato sul suo sito internet “hillaryclinton.com” nel quale annuncia direttamente la sua discesa in campo. “Ogni giorno gli americani hanno bisogno di un campione. Io voglio essere quel campione. Mi sto preparando a fare qualcosa. Correrò per diventare presidente”. Nel primo spot della sua campagna, immagini di classe media, piccoli imprenditori e ovviamente una coppia gay.

Avvocato di successo, si è fatta conoscere fuori dagli Usa soprattutto come first lady – la prima con una laurea – di Bill Clinton, presidente dal 1993 al 2001. Recentemente è stata al centro del cosiddetto scandalo “mailgate” per l’utilizzo di un indirizzo e di un server privato per le sue mail ufficiali, che quindi non sarebbero rimaste a disposizione del dipartimento di Stato e a rischio sicurezza.


Giuliano Lebelli

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.