kasidiarisAtene, 11 lug – E’ stato arrestato ieri sera ad Atene il portavoce di Alba Dorata Ilias Kasidiaris, successivamente condotto nel carcere ateniese di  Korydallos, dove è imprigionato anche il leader del movimento  Nikólaos Michaloliákos.

Kasidiaris, che aveva ottenuto un brillante risultato alle ultime amministrative ottenendo oltre il 16% quale candidato sindaco alle comunali di Atene, era il più in vista tra gli esponenti di Alba Dorata ancora in libertà. Il suo arresto, che segue quello di altri 8 deputati compreso il capo del movimento, rappresenta quindi un ulteriore tassello nel progetto di smantellamento di quello che alle recenti europee si è attestato come il terzo partito greco.

Lo scorso Aprile Kasidiaris aveva denunciato con un video le macchinazioni giudiziarie contro il partito ellenico. Nel video, nel quale il portavoce di Ad con una telecamera nascosta parla con uno stretto collaboratore del premier greco Samaras, Baltakos ammette che la persecuzione giudiziaria del movimento nazionalista avviata con il pretesto della morte di un rapper antifascista fu in realtà frutto di una strategia politica studiata a tavolino insieme a polizia e magistratura per frenare l’ascesa di Alba Dorata e la conseguente emorragia di consensi di Nuova Democrazia, il partito di centrodestra del primo ministro greco.

Nel video, il collaboratore di Samaras sottolineava anche come non ci fosse alcuna prova a carico dei membri di Alba Dorata e individua nei ministri di Giustizia e Interni Charalambos Athanassiou e Nikos Dendias i diretti mandanti degli arresti.

Successivamente, come riportato, Kasidiaris aveva dimostrato di avere dalla sua parte oltre il 16% degli ateniesi nelle comunali di Maggio.

Una figura, quella di Kasidiaris, che rappresenta sicuramente l’astro nascente del movimento nazionalista greco, una figura carismatica che non poteva che accreditarsi come candidata alla successione naturale del vecchio leader greco.

Con questo arresto, si intende quindi probabilmente infliggere un nuovo colpo ad Alba Dorata, che nonostante l’escalation giudiziaria non solo aveva retto ma aveva anche incrementato i consensi, sfiorando il 10% alle recenti europee contro il 6,9% delle politiche e eleggendo 3 eurodeputati. Un nuovo tassello nel tentativo di fermare la progressiva ascesa del partito greco.

Cristiano Coccanari

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − sei =