Francia: un corpo decapitato e un’esplosione a Lione. Spunta una bandiera dell’ISIS

franciaParigi, 26 giu – L’Isis torna a colpire la Francia? Secondo le prime, frammentarie, notizie provenienti da Saint-Quentin-Fallavier, a 30 km da Lione, sembrerebbe proprio che ci sia l’estremismo islamico dietro l’esplosione in impianto di gas industriale.

Un uomo a bordo di un’auto avrebbe fatto irruzione nel sito e avrebbe colpito bombole di gas provocando un’esplosione.


Poco dopo all’interno del complesso industriale è stato ritrovato un corpo decapitato. La testa è ritrovata a diverse decine di metri dal corpo appesa alla recinzione della società, lungo la statale Rd311. Non è ancora chiaro se il corpo decapitato sia stato portato sul posto o meno.

L’uomo avrebbe mostrato un drappo dello Stato Islamico.  

Il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, e quello degli Esteri, Laurent Fabius, si stanno recando sul luogo dell’attentato. Non è chiaro se l’attentatore fosse solo. L’azienda si trova in un posto isolato, dove c’è una vigilanza, ma lontana dalla polizia.

Le forze di sicurezza hanno fermato una persona di una trentina d’anni e la stanno interrogando. I dipendenti dell’impianto, sotto choc, sono stati trasferiti in una palestra in un comune vicino.

ll presidente francese, Francois Hollande, ha confermato che l’attentato è di natura “terroristica” e ha aggiunto che l’uomo arrestato è stato identificato. “Non abbiamo dubbi che volessero far saltare l’intero complesso industriale”, ha spiegato.

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.