Giappone: stravince a Tokyo candidato pro-nucleare

mamamamTokyo, 11 feb- Una vittoria schiacciante quella ottenuta da Yoichi Masuzoe nelle elezioni per la carica di governatore della capitale giapponese. Il principale contendente era appoggiato dall’ex premier Koizumi ed aveva incentrato la campagna elettorale sull’abbandono del nucleare, allo stesso modo del terzo candidato alla carica di governatore, Kenji Utsunomiya. Neppure sommando i voti di entrambi si ottiene la percentuale centrata da Masuzoe.


Tre anni dopo Fukushima quindi, nonostante gli iniziali dubbi dovuti anche alle accese proteste internazionali contro le centrali nucleari, i cittadini hanno ribadito il loro parere favorevole a proseguire con l’unica industria in grado di garantire l’autonomia energetica al paese del Sol Levante.

La vittoria di Masuzoe spiana così la strada ai programmi del governo di Shinzo Abe che intende riattivare al più presto i 48 impianti dalla potenziale operatività fermati dopo Fukushima e mette a tacere la ridda di polemiche scatenatasi in seguito alle dichiarazioni dello stesso Masuzoe, bollato da alcuni media nipponici come misogino e maschilista, riguardo l’inadeguatezza delle donne a prendere importanti decisioni politiche. A questo punto all’opposizione, che puntava tutto su queste elezioni per poter contrastare i programmi sul nucleare del premier Abe, non resta altro che riflettere sugli errori commessi e sulle proposte strampalate, per non dire grottesche, come quella lanciata su twitter da un gruppo autodefinitosi “Associazione delle donne che non faranno sesso con chi vota per Masuzoe” , alcune donne antinucleariste che alcuni giorni prima delle consultazioni elettorali avevano proposto “lo sciopero del sesso” con chiunque avesse votato Masuzoe.

Ma il candidato filo-governativo di Tokyo, sostenuto dal Partito al governo del primo ministro Abe e dai nazionalisti del New Komeito, ha vinto anche grazie ad una campagna elettorale incentrata sullo sviluppo dell’economia metropolitana e su un programma ben preciso riguardo le Olimpiadi del 2020, poco considerate dagli altri candidati, che si svolgeranno proprio nella capitale giapponese. “Prometto che i Giochi olimpici e paralimpici del 2020 saranno un successo”, ha più volte dichiarato Masuzoe. Un nuovo governatore ambizioso, che intende fare di Tokyo “la migliore città del mondo” e dei Giochi olimpici del 2020 “i più spettacolari della storia”.

Eugenio Palazzini

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.