israele-golan-siriaDamasco, 19 mar – Venti di guerra fra Siria e Israele. Nella notte, infatti, le forze di Tel Aviv hanno colpito quattro obiettivi militari in territorio siriano, in reazione ad un attentato in cui ieri, sul Golan, sono rimasti feriti quattro militari israeliani. Un portavoce militare israeliano ha precisato che l’esercito siriano ha assistito gli attentatori.

Fra gli obiettivi colpiti, ha riferito la radio militare, figurano un campo di addestramento e batterie dell’artiglieria. Non si è ancora capito se questi attacchi abbiano provocato vittime. Già ieri, del resto, subito dopo l’attacco che ha provocato il ferimento dei soldati, Israele aveva colpito postazioni militari siriane in prossimità della linea di demarcazione sul Golan.

Intanto, il ministro israeliano della difesa Moshe Yaalon ha minacciato il presidente siriano Bashar Assad: ”Se continuerà a collaborare con elementi terroristici che tentano di colpirci noi continueremo a fargli pagare un duro prezzo, al punto che si pentirà del proprio comportamento” ha detto Yaalon, secondo la radio militare, poco dopo il raid aereo compiuto in Siria dall’aviazione israeliana.

Giorgio Nigra

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here