Il New York Times: in caso di elezioni, boom di Alba Dorata

simaies-imia__article_(1)__article__articleAtene 13 nov – Secondo un’analisi del New York Times, in Grecia, alle elezioni europee o, addirittura, in caso di elezioni anticipate, i grandi vincitori sarebbero Alba Dorata e Syriza. “Questo è il motivo per cui gli omicidi sono significativi – scrive il Ny Times – Alba Dorata è stata una forza destabilizzante nella politica e nella società della Grecia fin dalla sua improvvisa ascesa nei sondaggi dello scorso anno. […] L’uccisione di due membri di Alba Dorata ha improvvisamente dato ai suoi sostenitori il morale alto e accresciuto il loro senso di ingiustizia. Questo si tradurrà in cifre ancora più alte nei sondaggi”.

Ormai la Grecia è in ginocchio: il Pil è calato del 28%, in cinque anni i greci sono diventati più poveri del 40%, sempre più persone sono in fila alle mense comunali, la disoccupazione è al 28%. Alba Dorata va forte perché sa parlare alla gente, promette una politica decisa e fa proposte concrete: “I partiti di opposizione – prosegue il Ny Times – hanno guadagnato il sostegno dei greci con la promessa che ripristineranno tutto ciò che è stato perso durante gli anni di austerità e di riforme. Le elezioni per il Parlamento europeo e per le autorità locali a maggio vedranno Alba Dorata e Syriza in forte ascesa e ulteriormente rafforzate”. Proprio oggi, il leader di Alba Dorata, Michaloliakos, consapevole che il successo del suo movimento è in costante crescita, dal carcere, rivolge una lettera a tutti i greci in cui scrive: “Non abbiate paura, i traditori della Grecia pagheranno, noi non facciamo neanche un passo indietro”.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato il sondaggio dell’ agenzia Zougla, che dava Alba Dorata come primo partito greco, mentre la gran parte dei media occidentali rimaneva reticente. Poi è arrivata la brutale uccisione dei due giovani militanti del movimento greco e, anche in quel caso, i giornalisti di tutta Europa non hanno fatto sfoggio di una grande etica professionale. Oggi arriva un parziale riconoscimento all’ascesa senza freni del movimento nazionalista greco che inizia a fare paura.

Aurora Benincampi


Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.