beirutBeirut, 19 nov – E’ di 23 morti e oltre 140 feriti il bilancio di un attentato terroristico avvenuto questa mattina nei pressi dell’ambasciata iraniana a Beirut. A causare le due esplosioni sarebbero stati due kamikaze; il primo, a bordo di una motocicletta e con una cintura esplosiva, avrebbe puntato all’uccisione delle guardie, così da aprire la strada al secondo attentatore che si trovava a bordo di un’autobomba. Dall’ambasciata iraniana fanno sapere che l’ambasciatore è rimasto illeso, mentre risulterebbe tra i 23 morti il consulente culturale.

Il quartiere in cui è avvenuto l’attentato è una roccaforte del movimento sciita di Hezbollah, fedele alleato di della Repubblica Islamica iraniana e del presidente siriano Bashar al Assad. Dunque i motivi dell’attentato vanno ricercati nel vicino conflitto siriano.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 5 =