Venezuela, la mossa di Maduro: si amplia i poteri per decreto

Maduro-nlk.Caracas, 26 nov -Più poteri a Nicolás Maduro. Il presidente del Venezuela ha infatti ricevuto dal numero uno dell’Assemblea Nazionale, Diosdado Cabello, la ‘legge abilitante’ che, per un anno, gli consentirà di governare per decreto: “Sto pianificando un’offensiva – ha spiegato – potrei chiamarla un’impressionante offensiva contro la corruzione, a partire dal gennaio 2014, con la Legge Abilitante”. Questa mossa permette al presidente, poteri speciali per governare per decreto, senza controllo del potere legislativo, per un periodo di 12 mesi. Il progetto di legge, già approvato in prima lettura giovedì, è stato confermato con 99 voti, pari ai tre quinti richiesti. Critica e allarmata l’opposizione.

I chavisti accusano la borghesia e l’imperialismo di essere la causa dell’impennata registrata nell’ultimo anno dall’inflazione: +54%. Un record in 14 anni di potere chavista in un Paese che ha le maggiori riserve di petrolio al mondo.Auto-proclamatosi ‘Presidente giustiziere’, Maduro si è lanciato in una specie di crociata per fare abbassare i prezzi dopo aver denunciato dei margini di guadagno del 1000%: “Già oggi abbiamo iniziato le ispezioni in tutti i concessionari di auto nel Paese. Devono abbassare i prezzi. Che non mi raccontino storie”.

Alla filiale locale di General Motors, dopo un’ispezione, è stata imposta una multa di circa 63mila euro per usura nella vendita di parti di ricambio. La scorsa settimana ai negozi di elettrodomestici sono stati imposti sconti del 50 o 60%. L’ordine è stato applicato dispiegando esercito e polizia.

“Ciò che è stato fatto – sostiene una signora – è positivo perché in questo il modo il popolo può acquistare ciò che non ha mai potuto comprare”.


Prodotti di base difficili da reperire o che costano più del 200%. Al mercato nero il dollaro vale dieci volte di più rispetto al cambio ufficiale del Bolívar. Una situazione economica delicata soltanto sette mesi dopo l’elezione di misura di Maduro e con le municipali dell’8 dicembre dietro l’angolo.

Il Presidente del Venezuela Nicolás Maduro ha esortato inoltre i concittadini a boicottare la stampa borghese “che sostiene i mercanti prezzolati che derubano”.

Il Presidente si è abbattuto con aspra critica sul giornale “Universal”, mettendo in evidenza che il suo proprietario vive costantemente a New York e ha già difficoltà a parlare spagnolo. Il malcontento particolare di Maduro è stato provocato dal titolo “Il più alto livello di deficit a Caracas negli ultimi 46 mesi”.Secondo le parole del Presidente venezuelano, la stampa borghese è lo strumento d’opposizione che sta svolgendo una guerra economica contro il governo rivoluzionario.

Saverio Andreani

Print Friendly
Image Donation-Banner

Una risposta a Venezuela, la mossa di Maduro: si amplia i poteri per decreto

  1. Pingback: Venezuela, Maduro vince le elezioni amministrative | IL PRIMATO NAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.