CasaPound, Salvini: “Un errore vietare la loro festa”

Forza Italia firma 2 dei referendum proposti dalla LegaMilano, 11 set – “È un errore vietarlo. Non vedo perché debbano andare in giro a sfasciare città i centri sociali e non possano manifestare associazioni e movimenti democraticamente riconosciuti”. Così, al sito Affari Italiani, il segretario della Lega Matteo Salvini ha commentato le polemiche circa lo svolgimento della festa di CasaPound Italia a Castano Primo, che sta suscitando diverse polemiche. Dei militanti di Cpi, il leader del Carroccio ha detto: “Possono piacere o no le loro idee, alcune della quali le condivido per altro, ma devono poter manifestare come chiunque altro”.

Anche l’eurodeputato della Lega Nord Gianluca Buonanno, invitato peraltro a parlare all’evento, ha difeso la legittimità della festa di Cpi: “Meglio Casapound di Casamonica. Meglio stare con i ragazzi di CasaPound che fare come il Pd che sta con Casamonica”.

Sempre in ambito leghista, anche il senatore Raffaele Volpi ha espresso parole simili e in una nota ha dichiarato: “La caccia alle streghe nei confronti della festa nazionale di CasaPound Italia, a cui peraltro sono felice di essere stato invitato come relatore, è grottesca e fuori tempo massimo. Tutte le forze politiche hanno il diritto, costituzionalmente riconosciuto, di manifestare le proprie idee. Le autorità competenti facciano prevalere il buonsenso e non avallino provvedimenti liberticidi contro chi fa solo politica  e cultura, in una città che ha tollerato con ben altra acquiescenza persino il teppismo dell’estrema sinistra che ha devastato Milano”.

 

 

 


 

 

 

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.