Ecco chi sono i deputati italiani che hanno votato “sì” all’olio tunisino

Schermata 2016-03-11 alle 10.40.33Roma, 11 mar – Sono dodici e tutti del Partito Democratico. Sono gli eurodeputati italiani che hanno votato sì all’invasione dell’olio tunisino. Una lampante dimostrazione di come il Pd agisca contro gli interessi nazionali, una decisione che rischia di dare il colpo di grazia ad un settore della nostra economia già in seria difficoltà, proprio a causa delle già enormi quantità di olio nordafricano presenti nel nostro mercato, della concorrenza de altre nazioni europee come la Spagna e da casi come quello della Xylella.

Questo l’elenco completo degli anti italiani che hanno votato sì (insieme ad altri 500 eurodeputati, mentre in 107 hanno votato no): Mercedes Bresso, Sergio Cofferati, Andrea Cozzolino, Sergio Gualtieri, Cecìle Kyenge, Pierantonio Panzeri, Massimo Paolucci, Gianni Pittella, David Sassoli, Renato Soru, Patrizia Toia e Flavio Zanonato.

Con questo voto le importazioni dell’olio dalla Tunisia, dopo che nel 2015 sono aumentate del 481%, ora ricevono un’ulteriore facilitazione con l’immissione a dazio zero di 35 mila tonnellate di olio, che vanno ad aggiungersi agli altri arrivi facilitati già previsti, ovvero 56.700 tonnellate, per un totale di 90 mila tonnellate di olio tunisino. Un prodotto a basso costo, di ancor più bassa qualità, che metterà definitivamente in ginocchio la nostra produzione. Alla faccia delle favole di Renzi e del rilancio del Made in Italy.

Davide Romano

 

 

Print Friendly

23 Risponde a Ecco chi sono i deputati italiani che hanno votato “sì” all’olio tunisino

  1. Stefano 11 marzo 2016 a 15:51

    Da un piccolo produttore di Extra Vergine: VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  2. fabioe 11 marzo 2016 a 17:57

    Complimenti…. li ricorderemo quando verranno a chiedere il voto…..

    Rispondi
    • giuseppe 12 marzo 2016 a 0:50

      mai votato PD sinistra, M5S, SEL, e quindi IO MI RICORDO TUTTI I GIORNI di quella gentaglia.

      Rispondi
    • Mario 12 marzo 2016 a 16:36

      Per la cronaca:
      – chi li ha mai votati? Non ho mai scritto un nome (nè il loro nè quello di altri) sul foglio elettorale, si votano i partiti che scelgono i nomi.
      – Chi non ha votato mai “Sinistra” stia tranquillo, perchè nè il PD nè il M5S sono di “sinistra”, queste sono pure scelte liberali e capitalistiche, forse delle stesse persone per cui si è votato sempre.

      Rispondi
      • giuseppe 12 marzo 2016 a 23:16

        sono scelte a islamizzare l’Europa.
        Quando scrivo sinistra, intendo la sinistra mondialista, non certo la sinistra comunista alla George Marchais che non voleva la globalizzazione perché (a onor suo) avrebbe portato disoccupazione e povertà in Francia. Ecco perché molti ex sinistra e comunisti in Francia votano Front National e Marine Le Pen.
        Oramai ci sono solo due partiti:
        mondialisti contro patrioti.
        Riconosco che liberali, conservatori, cristiani di destra, socialisti, verdi ecc sono superati, ora la differenza é : chi é a favore mondializzazione e chi contro.

  3. Anonimo 11 marzo 2016 a 20:35

    GENTAGLIA!!!! Che non è degna nemmeno di zappare la terra che è attivita troppo nobile per loro. Gli auguro solo tutto il male possibile

    Rispondi
  4. Franco 11 marzo 2016 a 23:24

    Li purgherei tutti i giorni per un anno intero con quella porcheria che loro reputano olio extravergine , stiamo toccando il fondo e gli italiani tutti zitti.

    Rispondi
  5. Dom 12 marzo 2016 a 5:02

    Un popolo governato da giudei e’ condannato a scomparire.

    Rispondi
    • Andrea 13 marzo 2016 a 8:30

      e poi arriva il coglione di turno

      Rispondi
  6. Paolo 12 marzo 2016 a 8:01

    Mi associo a tutti i commenti precedenti, sono talmente schifato da questa gentaglia che non so nemmeno più che cosa dire…

    Rispondi
  7. Gino Profenna 12 marzo 2016 a 15:07

    Intanto reputo coloro che hanno votato per l’olio tunisino, non solo dei traditori, ma anche gente senza scrupoli perché è importante per loro portare la pagnotta (si fa per dire) a casa.
    Li vorrei conoscere di persona e dirgliene quattro, ma mi limito a dire loro che sono Gentaglia Infame.

    Rispondi
  8. Anonimo 12 marzo 2016 a 15:25

    Tratto da l’ ultimo samurai direi in tema

    Rispondi
  9. Fabio Climastone 12 marzo 2016 a 17:25

    dovete scomparire dal nostro governo, che isoldi levati agli ulivicoltori italiani siano nemmeno la metà di quelli che videvono servire in medicine per voi e per le vostre fami glie! INFAMI BASTARDI!!!

    Rispondi
  10. Anonimo 12 marzo 2016 a 18:36

    …siano tutti processati per ALTO TRADIMENTO,altro non E.-
    anno tradito il loro mandato-quello di difendere gli interessi NAZIONALI:_

    Rispondi
  11. maddy 12 marzo 2016 a 21:34

    spero che crepino affogati nella sansa dell’olio tunisino, sti merdosi comunisti stanno svendendo l’Italia a cani e porci

    Rispondi
  12. livio martelli 12 marzo 2016 a 23:10

    una vergogna per i nostri coltivatori del sud che tra l’olio tunisino, i pomodori marrocchini e altra merce a zero dazio cominciano a morire. Guarda caso tutti prodotti dell’agricoltura medirerranea sono coinvolti mai i prodotti tipicamente nordici: burro, latte, merluzzo,tulipani, patate ecc.
    Fate gli interessi di altri

    Rispondi
  13. Anonimo 13 marzo 2016 a 9:42

    Eppure i consumatori , dovrebbero capire ,
    il rischio ,nel quale si incorre,ad utilizzare questi prodotti di massa,rettificati e rigenerati ;I tumori partono dalle cellule..I lipidi o grassi sono una componente essenziale delle stesse;se i grassi (olii) , son malati ,si ammalano anche le cellule.

    Rispondi
  14. Locuratolo Nicola 13 marzo 2016 a 10:32

    Visto che la squadra di dodici EuroDeputati iTALIANI sono tutti del PD, diamo un segnale forte al PD e disertiamo tutti i candidati del PD alle ormai prossime Elezioni Amministrative.

    Il pesce puzza dalla testa, diamo il senso di una decapitazione in massa di tutta la linea politica che si targa come PD di antiche
    origini contadine, ex PCI con il simbolo della falce (lavori dei campi) e martello (lavori nelle fabbriche).

    Nè nei campi, nè nelle fabbriche, nè nelle pensioni, ci sentiamo tutelati da questa sigla PD meglio rappresentata dalla sigla PON (Partito Oligarchia Nazionale).

    Rispondi
    • giuseppe 14 marzo 2016 a 0:40

      il Pci.pds.ds.PD mai votato, quindi un appello che dovrebbe valere per i sinistri

      Rispondi
  15. E 13 marzo 2016 a 13:09

    Bastardi!!!!

    Rispondi
  16. Antonio Persichini 13 marzo 2016 a 15:30

    A questi qui non gliene frega proprio nulla di cio’ che dite, sanno che li voterete comunque!!

    Rispondi
  17. giuseppe 13 marzo 2016 a 18:37

    secondo me invece qualcuno merita un regalo.
    io regalo una R alla toia, e un albero alla ki è nghe

    Rispondi
  18. Paolo Perini 14 marzo 2016 a 13:58

    Vergognatevi,siete anche peggio dei vostri colleghi,oltre ad essere dei ladri,siete anche dei traditori,fate schifo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.