ostiense2Roma, 11 dic – Non cessano le proteste del cosiddetto movimento “dei forconi”, che in tutta Italia anche oggi ha portato in piazza blocchi, sit-in e manifestazioni.

A Milano ci sono stati dei tafferugli con i tifosi dell’Ajax, in città per la partita di Champions League di stasera, mentre a Torino un corteo studentesco si è unito alle contestazioni e dove ci sono state nuove tensioni tra polizia a manifestanti.

A Roma, intanto, il presidio in zona Piramide è ancora attivo e in tarda mattinata alcuni manifestanti hanno occupato per protesta la circolazione in piazzale Ostiense.

Contro i manifestanti non è mancata una inusuale dimostrazione di forza verbale di un Angelino Alfano in improbabile versione Bava Beccaris. “Abbiamo segnali chiari da parte dell’intelligence: non sto qui ad aggettivare le ali estreme di questo movimento, ma certamente abbiamo gli occhi su di loro e sapremo cosa fare se esagerano”, sarà usata “tutta la forza dello Stato contro i violenti”, ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno.

Insieme al Viminale, contro la protesta si scagliano anche l’Anpi, i sindacati e i partiti, nonché gli intellettuali di destra e di sinistra, mentre Grillo e Berlusconi provano tardivamente a gettare un ponte.

L’impressione è che da qui a breve non avvenga alcuna “rivoluzione”, anche a causa di una piattaforma politica davvero scarna e confusa, ma che la mobilitazione possa essere una prova generale per aggregazioni fuori dagli schemi da sperimentare nell’immediato futuro.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − 3 =