Roma, 6 feb – È guerra di cifre sul numero reale degli immigrati in Italia, soprattutto di quelli irregolari. Se sono oltre 5 milioni gli stranieri che risiedono regolarmente nel nostro Paese, pari all’8,8% della popolazione, c’è un numero imprecisato di presone che i documenti proprio non li ha e vive in Italia da clandestino. Meno di 2 milioni e mezzo di stranieri regolari, però, è occupato.

Una guerra cominciata dopo che Silvio Berlusconi ha dichiarato che sono 600mila i clandestini da espellere, definendoli una “bomba sociale pronta a esplodere”. Ma secondo il Viminale sono molti meno e arrivano a malapena a 200mila. Dati forse un po’ troppo ottimistici, dal momento che l’Ismu, una delle fonti più autorevoli in materia di accoglienza e immigrazione, parla di quasi mezzo milione di persone, che vanno ad avere un’incidenza dell’8,2% sul totale della popolazione straniera in Italia.

Intanto sono 4.723 i migranti, secondo il cruscotto statistico sull’immigrazione del Ministero dell’Interno, arrivati in Italia dal 1 gennaio di quest’anno. È vero, i numeri sono in netto calo se si paragonano a quelli dello stesso periodo dello scorso anno, e anche se si guardano i numeri di una decina di anni fa. Tuttavia il dato non conforta, dal momento che nel 2017 si è visto un aumento di 50mila irregolari nel nostro Paese.

Questo perché molte più domande di asilo rispetto al passato sono state respinte, e i clandestini sono rimasti in Italia perché hanno fatto ricorso. Un fenomeno che, come riporta il Sole 24 Ore, ha visto dallo scorso agosto “un calo progressivo e costante, ogni mese, delle richieste di protezione, inferiori anche al semestre 2016”, nonostante nel totale del 2017 le domande di asilo siano state in crescita rispetto agli anni precedenti. Allo stesso tempo, però, “le fila dei migranti con la domanda respinta, dunque privi di titoli a soggiornare in Italia, si sono ingrossate”, poiché il 60% delle richieste sono state respinte.

Anna Pedri

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Il numero di clandestini in italia è pari al numero di persone che va a vedere un concerto di Vasco.
    Pensate sia veramente così rilevante?
    Pensate siano loro a creare tutti i problemi che affliggono 60 milioni di italiani?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here