Salvini: “In corso un genocidio di italiani”. E si prepara per andare in Nigeria

Salvini immigrazioneRoma, 16 ago – L’immigrazione incontrollata sta portando l’Italia verso un genocidio. E’ l’opinione forte di Matteo Salvini, che intanto sta organizzando un viaggio in Africa per andare ad affrontare il problema alla radice.

E’ in corso un tentativo di genocidio delle popolazioni che abitano l’Italia e che qualcuno vorrebbe soppiantare con decine di migliaia di persone che arrivano da qualche parte del mondo”, ha detto il leader della Lega Nord, intervistato da RaiNews24. Una tesi non nuova, dopo che lo stesso Salvini aveva già sposato quella della sostituzione di popolo in corso. La situazione relativa agli sbarchi è ormai ben oltre i limiti della tollerabilità: “Non possiamo permettercelo, un paese normale con un governo normale blocca le partenze, blocca gli sbarchi non ne arriva più neanche uno”.

Poi torna l’attacco alle gerarchie vaticane: “Libera Chiesa in libero Stato, i vescovi non rompano le palle ai sindaci. Alcuni prelati con le tasche piene dovrebbero candidarsi con Vendola e i clandestini se li prendessero in seminario”.

Per non lasciare nulla di intentato, il segretario del Carroccio si è detto pronto a partire per la Nigeria, uno dei paesi dai quali i flussi partono. “Dal 29 settembre al primo ottobre andrò in Nigeria, per chiedere ai ministri nigeriani di che cosa hanno bisogno per evitare che i cittadini di quello stato lascino il loro Paese”, ha annunciato Salvini nel corso di un intervento alla festa leghista di Ponte di Legno. “Andrò con un gruppo di imprenditori italiani, vogliamo dare una mano al nuovo governo di un paese potenzialmente ricchissimo per costruire sviluppo. I soldi, se ci sono, è preferibile spenderli là, sui fronti caldi. Mi hanno contattato anche dalla Costa d’Avorio. La scommessa si vince investendo in questi paesi“, ha poi spiegato in un’intervista rilasciata all’Huffington Post.


Non solo Nigeria e non solo immigrazione. Salvini è pronto anche ad un tour internazionale: Russia, Israele e Stati Uniti, ma anche Siria per un incontro “ai massimi livelli”, Marocco. Destinazioni ambiziose, “perché penso che nel 2016 la Lega possa andare al governo in Italia”.

Roberto Derta

Print Friendly
Image Donation-Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.