Roma, 10 nov – Da due giorni l’attenzione mediatica nazionale è concentrata esclusivamente sulla testata che Roberto Spada ha rifilato a Daniele Piervincenzi, il giornalista di Nemo che gli domandava con insistenza se avesse contribuito al successo elettorale di CasaPound ad Ostia. Il fatto che ha “sconvolto” l’opinione pubblica è avvenuto all’ingresso della Femus Boxe, la palestra gestita dallo stesso Roberto Spada. Proprio un’iniziativa organizzata insieme tra la palestra Femus Boxe e Luca Marsella due anni fa, dimostrerebbe secondo i vari “cronisti d’assalto” alla Federica Angeli la vicinanza tra CasaPound e il clan degli Spada.

Alla narrazione mediatica tesa a criminalizzare CasaPound però, mancano alcuni passaggi. Il primo è che si tratta (o trattava) di una palestra riconosciuta dalla Federazione Italiana Pugilato (Fpi), gestita da una persona, Roberto Spada, che prima di rifilare una testata a Piervincenzi era un incensurato con la “colpa” di portare un cognome pesante. Il secondo invece lo rivela a sorpresa Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound, durante la conferenza stampa di ieri pomeriggio: “Abbiamo chiamato quella palestra perché è una palestra riconosciuta non solo da noi e dalle federazioni sportive, ma una palestra che a quanto pare va bene per festeggiare il 25 aprile patrocinato da Regione Lazio, Comune di Roma e X Municipio“, rivela Di Stefano. “Ogni anno per la festa della Liberazione si faceva un’iniziativa sportiva dove partecipava la Femus Art Boxe di Roberto Spada. Allora se va bene per festeggiare il 25 aprile va bene pure fare le feste con CasaPound a piazza Gasparri”.

Qui il link ad un articolo dove viene riportata la partecipazione della Femus Art School di Roberto Spada all’evento per il 25 aprile. Di Stefano ha poi sottolineato come lo Stato a Nuova Ostia si sia presentato “solo per chiudere quella serranda, quando invece il compito sarebbe quello di aprire e favorire attività ed iniziative. Invece per centinaia di bambini di quel quartiere quella palestra è l’unica possibilità per svolgere delle attività”.

Davide Romano

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Fino a poco fa ero veramente avvilita per come è stata strumentalizzata questa storia, poi mi sono ricordata cosa è successo a Buonanno e non mi stupisco più.. attenti ragazzi, questi non hanno scrupoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here