Una vacanza con bambini in una meta esotica, in pieno stile Made in Italy, raccontata da due mamme blogger speciali: Valentina Cappio, autrice di The Family Company e Cristina Rampado, autrice di Crinviaggio. Si è conclusa con successo la seconda edizione de “L’Inviato Speciale”, iniziativa ideata da Veratour per coinvolgere il più possibile gli appassionati di viaggi e raccontare in modo inedito l’esperienza in un Villaggio Veraclub.

Alle blogger, entrambe in viaggio con marito e figli, due mete differenti: Valentina ci ha raccontato giorno per giorno la sua esperienza in Madagascar presso il Veraclub Palm Beach & Spa; Cristina ha invece soggiornato presso il Veraclub Jaz Oriental a Marsa Matrouh, in Egitto.

Un’esperienza davvero straordinaria: abbiamo visto posti splendidi, attraversato villaggi fatti di capanne, fatto snorkeling in un mare turchese e costruito castelli di sabbia su una spiaggia bianchissima. È stata una vera e propria full immersion nei sorrisi del popolo malgascio. Indimenticabile!”, ha commentato Valentina Cappio. “Una scoperta interessante e stimolante – continua Cristina Rampado – Non avevo mai vissuto un viaggio in questo modo: relax, sole, mare incantevole, sport, buon cibo, esperienze, escursioni e molto altro tutto a portata di mano.”

Sensazioni, emozioni, giudizi, commenti, foto e video hanno trovato posto nel diario di viaggio, il sito online ufficiale dedicato all’iniziativa. Accompagnato da un costante scambio di opinioni sui social tra le due blogger e la grande community che ha seguito il loro percorso. Spiagge cristalline, panorami mozzafiato e pietanze deliziose sono state infatti raccontate sull’onda dell’hashtag #inviatospeciale, capace di coinvolgere e creare rete.


Entrambe, durante i loro reportage, hanno più volte sottolineato la forte attenzione per la sicurezza da parte dei Villaggi Veraclub, che consente di viaggiare con i bambini in tutta tranquillità anche in mete esotiche.

La formula della Vacanza Made in Italyfacilita la vita alle famiglie italiane pur mantenendo intatta la percezione della cultura locale”, sottolinea Valentina Cappio. Dello stesso parere è anche Cristina Rampado che di Veratour dice: “offre davvero un buon compromesso tra l’esigenza di comfort e il “sentirsi a casa” e la voglia di scoprire mete esotiche”. Una iniziativa di successo che Veratour promette di rilanciare anche il prossimo anno, con la terza edizione.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 4 =