Atene, 8 gen – Un prete greco ortodosso è stato malmenato da due richiedenti asilo siriani di fronte nel giardino della chiesa di San Nicola di Atene. Il sacerdote aveva notato una moto parcheggiata nel giardino e chiesto ai proprietari di rimuoverla. Dopo un accesso scambio di parole, i due immigrati hanno preso a pugni il sacerdote prima di fuggire in moto. La polizia ha arrestato due sospetti, poi rilasciati per mancanza di prove. A riferirlo è il giornale greco Proto Thema.

Il grave episodio si è verificato pochi mesi dopo la distruzione di una croce di pietra a Lesbo, isola greca che ospitava centinaia di richiedenti asilo. E in seguito a numerosi scontri tra immigrati algerini e pachistani avvenuti ad Atene. Secondo i recenti dati forniti dall’Unhcr (l’alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), nel 2018 la Grecia ha superato l’Italia per numero di sbarchi: 32.497 immigrati a fronte dei 23.371 giunti sulle nostre coste. La nazione guidata da Tsipras è adesso la seconda destinazione di arrivo europea, preceduta in classifica soltanto dalla Spagna: 55.756 arrivi nel 2018. Inutile dire che si tratta di dati allarmanti che la dicono lunga sull’operato del governo greco. E sulla situazione esplosiva che si sta innescando.

Alessandro Della Guglia

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here