Kabul, 7 nov – Assalto a una tv locale di Kabul. Questa mattina alcuni uomini armati, dopo un’esplosione, hanno fatto irruzione nella sede centrale di Shamshad Tv, che trasmette in lingua pashtun, e hanno cominciato a lanciare granate e sparare colpi di arma da fuoco. Ancora sconosciuto il bilancio di morti e feriti, che potrebbe essere alto. C’è chi dice due, chi dice cinque, chi non si sbilancia.

Sull’account twitter in inglese della tv si legge che ci sarebbero numerose vittime nello staff e che nell’edificio ci sarebbero state un centinaio di persone al momento dell’assalto. Tra i feriti ci sarebbe anche il direttore dell’emittente. Un altro tweet invita a pregare per la sorte dei dipendenti. Pare anche che uno degli aggressori, che sarebbero almeno due o tre, sia morto dopo l’intervento delle forze di sicurezza.

L’assalto, che arriva come ultimo di una serie di attacchi a giornalisti e operatori dei media aveva fatto puntare il dito contro i talebani, soprattutto perché lo scorso anno la più grande tv afghana venne colpita da un kamikaze che fece sette morti. Ma i Taliban hanno subito diramato una nota in cui dichiarano non avere nulla a che fare con l’attacco. La rivendicazione, infatti, è arrivata pochi minuti fa, dall’Isis. Un tweet dell’agenzia Amaq sostiene che nell’operazione sono state uccise 20 persone e che l’azione è stata condotta da combattenti dello stato islamico. Una rivendicazione che, però, è ancora tutta da verificare.

Sulla dinamica si sa che gli assalitori hanno fatto irruzione nell’edificio di Shamshad tv indossando divise militari dopo che all’esterno si è verificata un’esplosione, pare causata da un attentatore suicida. Una volta entrati nel compound che ospita gli studi televisivi, due o tre uomini armati hanno cominciato a sparare. Il portavoce del ministero dell’Interno afghano, Najib Danish, ha confermato che le forze di sicurezza sono intervenute per prendere il controllo dell’edificio e neutralizzare gli assalitori.

Anna Pedri

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here