Londra 18 feb – “Ci sono troppi uomini bianchi nelle università“. Questo è l’assunto da cui parte “Decolonise the Curriculum“, il movimento che in Gran Bretagna vorrebbe “mondare” i campus universitari dalla presenza dei professori maschi e bianchi, per assicurare una maggiore “diversità” dell’insegnamento accademico. E poteva Meghan Markle, paladina di tutte le cause che remano contro il maschio bianco eterossesuale inglese (come l’uomo che ha sposato, peraltro) ignorare questa battaglia? Assolutamente no, soprattutto dopo che gli attivisti del movimento le hanno sottoposto i dati del 2018 relativi all’occupazione accademica inglese: in Gran Bretagna, su 14,205 professori maschi, più di 12,000 erano bianchi e solo 90 di origine africana. Orrore! Dei professori bianchi in un Paese (a questo punto ancora per poco) a maggioranza bianca! Per cui quando la duchessa del Sussex è diventata la madrina dell’Associazione delle Università del Commonwealth, ha reso subito noto che la musica sarebbe cambiata, ovviamente con uno dei soliti interventi sopra le righe tanto graditi alla Regina Elisabetta.

La dottoressa Rachel Cowan, attivista per il supporto delle minoranze etniche all’università di Manchester, ha commentato: “Meghan era molto sorpresa, ha esclamato ‘Oh mio Dio, dobbiamo assolutamente cambiare la situazione'”. Secondo la ricerca dell’associazione, il 68% dei professori universitari inglesi è costituito da uomini bianchi, il 23% donne bianche, il 6,5% uomini di varie minoranze etniche e solo il 2% è riservato alle donne di varia etnia. Una composizione che gli alfieri di Decolonise the Curriculum ha definito “troppo maschile, pallida e stantia”.

E’ una duchessa inarrestabile Meghan: dopo la gaffe con le banane presso un ente di beneficenza che si occupa di aiutare le donne a liberarsi da tossicodipendenze e prostituzione, e la notizia della cameretta vegan e gender neutral del futuro bebè della Markle, la paladina delle battaglie politicamente nevrotiche sferra un altro attacco al patriarcato: forse nel tentativo di voler essere una sorta di Lady Diana 2.0, ma l’effetto, come qualcuno ha già osservato, è quello di una Maria Antonietta fuori tempo massimo. E sappiamo bene che fine hanno fatto entrambe.

Cristina Gauri

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

9 Commenti

  1. ..la p…nona al cioccolato vorrebbe essere come Diana… ma è troppo negra…può ringraziare il cielo di aver incontrato un f..so con le ” cor..o..na” che l’ha sposata…

  2. Visto il frociame presente nella perfida albione penso che la principessa sarà ben presto accontentata e felice……… Restiamo stupiti che in un paese a” maggioranza “biancoide la “maggioranza” degli insegnanti sia bianca……….sta principessa brilla per intelligenza………. ricordiamo alcuni titoli di pseudo giornali che la descrivevano nel suo quotidiano……….. e non ci pareva facessero riferimento alla sua preparazione culturale, anzi ad altre faccende ed altri mestieri………auguri.

  3. Ma povera LadyD… ma vogliamo lasciarla riposare in pace? Come lei c’era solo lei e il mondo e le spose dei Principi, dovrebbero rinunciare a cercare o diventare una sua erede. Faremmo tutti meglio e lasciare che lei fosse lei e le due nuore le due nuore che lasceranno comunque un segno, probabilmente, ma in un altro modo.

  4. Se ragionasse con l’utero direbbe cose più sensate.
    Chissà perché comunque, al di là della retorica, ha pensato di sposare il duca di Sussex, e non un negro immigrato (docente universitario o meno che fosse).
    Mai come a questo caso, s’attaglia la nota massima attribuita all’Imperatore Vespasiano.

  5. Incoronatela regina delle teste di ca**o,È di una intelligenza inumana,mai sentita una più stupida e ritardata di sta cessa a pedali col cu*o nel burro,scassa le pa**e per ogni minima stronzata che manco ha senso di esistere,un paese a maggior parte bianco con più bianchi a scuola ? No davvero? Chi lo avrebbe detto, mi stupisco sempre di come questi “diversamente colorati” definizione loro siano i primi ad essere razzisti ogni secondo della loro vita, “bianchi slavati”?! Ma come ti permetti pu**ana? Perché questo non sarebbe razzismo? Solo perché sei mezza afro vuol dire che hai la scienza infusa e non puoi essere razzista? Buffona,se ti fanno così schifo i bianchi,la monarchia e company perché ti sei sposata unk col pisello bianco e i sordi,opportonista di stoca**o e delle cause perse, diana? Tu? Ma fammi il piacere,diana si sta rivoltando nella tomba,spero tanto abbassino la cresta a sta demente e che magari divorzino davvero, così si leva dalle palle lei e quel futuro marmocchio scassa maroni degno della madre.

  6. Si vede da come ragiona,quale sia la parte genetica che ha ereditato.Eppure dovrebbe essere grata a tutti gli dei,per la fortuna,anche se sarà breve che ha avuto nel salire dove è.La differenza si vede sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here