Roma, 17 giu – E’ in condizioni gravi lo scrittore Andrea Camilleri, ricoverato stamattina alle 9:15 per un arresto cardiaco. Arrivato in ambulanza al Pronto Soccorso Santo Spirito è stato subito assistito dall’équipe dell’emergenza e successivamente trasferito nel Centro di rianimazione dell’ospedale. Stando alle prime informazioni trapelate, il “papà” de Il commissario Montalbano sarebbe gravissimo: ricordiamo che oltre all’infarto, 20 giorni fa Camilleri aveva riportato una frattura al femore in seguito ad una caduta in casa. il bollettino medico dell’ospedale è atteso per oggi alle 17.

Prima del malore, come riporta il Corriere, si stava preparando al debutto nei panni di Caino alle Terme di Caracalla previsto per il 15 luglio, nell’ambito della programmazione estiva del Teatro dell’Opera di Roma. Ed era di pochi giorni fa la polemica montata in rete tra lo scrittore e il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Camilleri, parlando ai microfoni di Radio Capital, aveva affermato che “Non credo in Dio, ma vederlo [Salvini, nda] impugnare il rosario dà un senso di vomito. Fa parte della sua volgarità“. Il leader del Carroccio aveva così risposto: “Scrivi che ti passa, io continuo a lavorare e, nel mio piccolo, a credere. Camilleri dice che lo faccio vomitare perché impugno il rosario? Mi dispiace perché io adoro Montalbano”.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here