Ascoli, 25 ott – Ancora un ignobile stupro, ancora una volta commesso da immigrati. Ad Ascoli una ragazzina di tredici anni si è presentata in questura con la madre denunciando l’orrore subito. “Mi hanno violentata a turno. Sono stata costretta a subire un rapporto sessuale con entrambi, è stato orribile”. Una violenza perpetrata da due cosiddetti migranti, due profughi ospiti della struttura l’Oasi Carpineto della cittadina marchigiana.

Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino lo stupro sarebbe avvenuto nella sera di venerdì 20 ottobre, tra le le 20 e le 22 in pieno centro storico, nei pressi dei giardini pubblici di viale De Gasperi, “luogo in apparenza tranquillo dove nelle ore diurne si incontrano sempre moltissimi giovani ad aspettare l’autobus o a studiare all’ombra degli alberi”. Ma proprio al di là del muro che costeggia il parco, in una scarpata nascosta alla vista dei passati, i due immigrati hanno scatenato tutta la loro furia contro la povera tredicenne.


Accusati delle violenze i due stranieri, di 20 e 21 anni, ospiti del centro di accoglienza di Ascoli, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto. Il pm ha già chiesto la convalida dell’arresto e la misura cautelare della custodia in carcere. Sui profughi arrestati pende non soltanto l’accusa di stupro. I due, come riportato da il Resto del Carlino, “avrebbero dato un nuovo appuntamento alla ragazza fissato per le ore 15 di domenica, due giorni dopo lo stupro, nello stesso luogo in cui è avvenuta la violenza, intimandogli di non dire nulla con pesanti minacce”.

Il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, ha scritto al prefetto di “ridurre significativamente il numero dei richiedenti asilo ospitati in città perché negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un incremento che ha generato un senso diffuso di insicurezza”. Assistiamo purtroppo non soltanto ad un senso di insicurezza diffuso ma a reati ignobili ben precisi, commessi da migranti che qualcuno continua a definire “risorse”.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. I colpevoli sono sempre e solo tutti quei venduti e lobotomizzati mentali da questa merda mediatica che continuano a difendere l’invasione continua dell’Italia. Poi è inevitabile che accadano queste cose…
    Spero proprio che tocchi anche a loro la medesima fine!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here