Napoli, 17 giu – Se l’è vista brutta Walter Melchionda, attore della celebre fiction napoletana Un posto al sole in onda tutte le sere su Rai3. Melchionda, che nella serie televisiva interpreta il ruolo del vigile Cotugno, è originario di Castelluccio Cosentino e in un post su Facebook ha raccontato di essersi trovato verso le 5.30 del mattino alla stazione degli autobus di Sicignano degli Alburni (Salerno), in attesa di una corsa che lo portasse a Napoli. A quel punto, racconta l’attore, “arrivano una decina di extracomunitari ubriachi, iniziano a guardarmi e ridere”, uno di essi si avvicina e “mi tira uno schiaffo e ridendo mi insulta: quant’e bell u’dottor!”. Oltre il danno, pure l’umiliazione. Melchionda, spaventato per l’accaduto, non ha avuto reazioni e ha cercato di allontanarsi dal gruppo di immigrati, che però lo ha seguito continuando a offenderlo e schernirlo.

Lo sfogo sui social

Così si è poi sfogato l’attore di Un posto al sole: «Non ho fatto prevalere il mio istinto e non ho reagito  altrimenti forse mi avrebbero massacrato di botte. E’ la prima volta che mi capita un’esperienza simile e davvero ho provato tanta paura. Non sono razzista, anzi, sono a favore dell’integrazione. Ma queste persone vanno appunto integrate e non rinchiuse nei ghetti. Inoltre credo che sia necessario verificare se tra loro ci siano delinquenti. Non oso immaginare se al mio posto ci fosse stata una ragazza ad attendere il pullman per andare a scuola». Moltissimi i messaggi di solidarietà dei fan comparsi sotto il post.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Essendo un personaggio mainstream magari è non puoi dire quel che pensa.
    Però sembra restare un accanito progressista da non denunciare nemmeno l’accaduto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here