Roma, 30 ago – Veronica Lario perde per l’ultima volta contro l’ex marito Silvio Berlusconi. La loro causa relativa ai suoi maxi assegni di mantenimento derivanti dal divorzio con il leader di Forza Italia, giunta in Cassazione, è risultata in una pesante sconfitta per l’ex signora Berlusconi.

Il ricorso in Cassazione

La Corte di Cassazione ha, dunque, confermato la precedente sentenza della Corte d’Appello di Milano. Il ricorso dei legali della Lario contro la decisione di secondo grado è stata quindi integralmente rigettata, a favore di Silvio Berlusconi. Il legale del Cavaliere, il professor Pier Filippo Giuggioli, ha sostenuto nel controricorso che Berlusconi avesse già assolto a sufficienza i proprio obblighi di assistenza economica già durante il matrimonio. La Lario, grazie all’interessamento del marito, ha infatti messo su un patrimonio mobiliare ed immobiliare che le consente di vivere in un agio non indifferente. L’avvocato della difesa ha altresì rilevato come la Lario, invece, non avesse in alcun modo dato un contributo all’accumulo di capitali dell’ex marito.

Stop ad assegno mantenimento


Su queste motivazioni, la Cassazione ha ribadito che gli assegni divorzili sin’ora percepiti dalla Lario devono essere restituiti al mittente, ovvero a Berlusconi. Nel novembre del 2017, la Corte di Appello aveva già preso la medesima decisione, azzerrando l’assegno di mantenimento post divorzio della Lario che era stato stabilito dal Tribunale di Monza nel 2013 in 1,4 milioni. In questo modo, Veronica si trova ora obbligata a restituire al Cavaliere una somma attorno a 45 milioni di euro.

I precedenti “battibecchi”

«Le ho detto che non mi doveva niente, mentre la signora su consiglio del suo terribile avvocato ha voluto fare ricorso” dichiarò Silvio Berlusconi dopo la sentenza di appello del 2018, e lo fece in tv a Otto e Mezzo rispondendo alle domande di Lilli Gruber. “Non è vero che il mio ex marito, Silvio Berlusconi, mi ha detto di essere disponibile a rinunciare alla restituzione degli assegni che mi ha versato nel corso del divorzio. Non ho mai ricevuto questa offerta», replicò Veronica Lario attraverso l’Ansa. «Veronica o mente o i suoi avvocati non le hanno riferito quello che i miei avvocato hanno proposto” insistette Berlusconi nel corso di un’intervista su Radio Capital. “Noi saremmo ben lieti di chiudere la vicenda senza far valere l’obbligo di riavere i 46 milioni. Vediamo cosa risponde”. Evidentemente, la Lario non ha più risposto.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here