Roma, 29 ago – Un uomo che lavora in municipio a Bibbiano è indagato per abusi sessuali su un ragazzino di 11 anni. “Mi ha detto di tirargli giù i pantaloni…”. E poi: “Mi ha fatto vedere un film porno sul telefonino e poi mi chiedeva di ripetere quegli atti”. E’ quanto scritto sul diario dal ragazzino, che racconta così gli atti orrendi che avrebbe subito. Secondo Il Resto del Carlino i racconti del piccolo sono letteralmente “raccapriccianti” e “i piccoli frangenti riportati sono solo quelli ripetibili”. L’uomo che avrebbe commesso gli abusi svolge in municipio mansioni per conto di un soggetto terzo e di conseguenza non percepisce uno stipendio direttamente dal comune di Bibbiano.

I fatti agghiaccianti risalgono all’estate dell’anno scorso e l’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Marco Marano. L’accusa nei confronti dell’indagato è di violenza sessuale aggravata poiché commessa su un minore infradodicenne. Essendo l’indagine ancora in fase preliminare, non è stata però emessa alcuna misura cautelare nei confronti dell’uomo accusato di abusi e l’indagato svolge ancora regolarmente le sue mansioni in municipio. Ad accorgersi dei comportamenti piuttosto anomali per un ragazzino di 11 anni sono state le maestre, che hanno così convocato i genitori.

Aspetti inquietanti

Dopo il colloquio con i docenti, la madre ha ottenuto la confessione dal figlio che scoppiando a piangere le ha raccontato tutto. Stando alle prime ricostruzioni, ad abusare del ragazzino sarebbe stata una persona vicina alla famiglia. La madre, dopo il drammatico racconto del figlio, ha denunciato il fatto ai carabinieri e si è rivolta alla onlus “La Caramella Buona”, attiva nella tutela dei bambini che hanno subito violenze sessuali.

“Confermo che seguiamo il caso da circa un anno – ha detto Roberto Mirabile, presidente della onlus, a Il Resto del CarlinoPresenta aspetti inquietanti. A tutela del minore e della famiglia, non possiamo dire altro che siamo certi di poter dimostrare nelle prossime udienze l’attendibilità della testimonianza del bambino. E che faremo emergere la verità”.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Dai kompagno ora il
    governicchio giallofucsia farà un bel colpo di spugna , e i vescovi pedofili della CEI applaudiranno , insultando i biechi sovranisti , che non li lasciano giocare coi bambini !
    💩💩💩
    Satana vi prenderà TUTTI !
    😈

Commenta