Bolzano, 17 agosto – Non si è fatta attendere la risposta di CasaPound Italia ai cartelloni affissi nei giorni scorsi, in tutta la provincia di Bolzano, dagli Schützen, che recavano la frase “DNA seit 97 Jahren – Deutsch nicht amtlich“, ovvero, “Tedeschi nel DNA da 97anni, senza più lingua ufficiale”.

La provocazione degli Schützen

Tutto nasce dalla provocazione portata avanti dai membri dell’associazione ispirata alle milizie di difesa territoriale tirolesi, che, da sempre fortemente anti italiani hanno deciso di coprire la toponomastica tedesca su seicento cartelli stradali per protestare in questo modo “contro l’ingiustizia iniziata nel 1922 e tuttora in atto”. L’iniziativa è caduta nel giorno di nascita di Ettore Tolomei, il 16 agosto 1865, che si occupò della redazione della toponomastica italiana in Alto Adige. Esponente dell’irredentismo, nel 1906 iniziò la stesura del Prontuario dei nomi locali dell’Alto Adige, pubblicato poi a Roma dalla Reale Società Geografica Italiana nel 1916, in cui vennero modificati e tradotti ottomila nomi di località del territorio altoatesino. “Da 97 anni – ha affermato in una nota, come riporta l’Ansa, il comandante degli Schützen altoatesini Jürgen Wirth Anderlan – la questione della toponomastica è irrisolta. Siamo su un’altalena, che è in movimento, ma non fa passi avanti”. Per Anderlan la questione della toponomastica è una “ferita aperta della nostra storia”.

La risposta di CasaPound


Per tutta risposta, questa notte i militanti di Cpi hanno affisso alcuni striscioni alle mura del capoluogo altoatesino, con la scritta Pons Drusi 15ac – civis romanus sum, per ricordare i 2034 anni dalla fondazione di Pons Drusi, ovvero le origini romane della odierna città di Bolzano. Un azione, rivendica CasaPound, per evidenziare come l’Alto Adige sia sempre sempre stata preziosa terra di confine e incontro tra popoli europei, che ne fa un tesoro culturale da preservare e valorizzare oltre ogni cieco sciovinismo.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here