Cerveteri, 15 feb – Proprio nel giorno di San Valentino a Cerveteri un cittadino indiano di trentaquattro anni ha tentato di uccidere il compagno settantenne.

Nella notte del 14 febbraio i Carabinieri della stazione locale sono intervenuti presso un’abitazione nella zona di parco Paolo Borsellino: alcuni vicini avevano segnalato una tremenda lite tra i due uomini conviventi.

Quella che si sono ritrovati davanti i carabinieri e i militari della squadra mobile accorsi in loro aiuti è stata una scena da film horror: l’uomo di origini indiane aveva ancora in mano  un coltello da cucina completamente sporco di sangue mentre a terra, ormai agonizzante e col corpo ricoperto di tagli vi era il convivente italiano.

Gli agenti hanno bloccato l’aggressore  e lo hanno tratto in arresto: immediatamente è stata allertata un’ambulanza e e richiesto l’intervento dei medici sul posto che hanno provveduto a prestare soccorso alla vittima. L’uomo è stato trasportato presso l’ospedale di Civitavecchia. E’ tuttora ricoverato in prognosi riservata.

I motivi del litigio sono ancora tutti da chiarire ma, da una prima ricostruzione costruita sulla base delle dichiarazioni dell’indiano, sembrerebbero legati ad una crisi nel loro rapporto sentimentale.

L’abitazione dove si è tenuta l’aggressione è ora sotto sequestro: sul posto è intervenuta la sezione rilievi del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Roma-Ostia con il compito di effettuare un sopralluogo volto a ricostruire la dinamica della vicenda.

Il coltello utilizzato dall’indiano per colpire il suo amante è stato anch’esso sequestrato.
L’uomo al termine degli accertamenti è stato arrestato per tentato omicidio. Adesso è presso la Casa Circondariale di Civitavecchia.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here