Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 mag – Prosegue la discesa. I dati forniti oggi dalla Protezione Civile, nel consueto bollettino sul coronavirus in Italia, fotografano una situazione sempre più confortante. Una settimana dopo la fine del lockdown i contagi quotidiani continuano a calare. Nelle ultime 24 ore i morti confermati sono stati 78, ma sono molte le regioni che non hanno registrato decessi: Valle D’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, Abruzzo, Umbria Molise, Campania, Calabria e Basilicata. Non solo: sono ben 53 le province che non hanno registrato nuovi casi. La Lombardia ha comunicato oggi che domenica in realtà le vittime sono state 3, non zero dunque. E’ comunque, fortunatamente, un dato molto basso rispetto alle settimane precedenti.

In totale nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 397 tamponi positivi e come al solito la gran parte nella regione italiana maggiormente colpita dal virus. In Lombardia sono infatti 159 i nuovi contagi, il 40%. Nelle altre regioni più colpite, questa la situazione odierna: 86 casi in Piemonte, 53 in Liguria, 24 in Emilia Romagna, 18 nel Lazio. Nessun nuovo contagio in Sardegna, Calabria, Molise, Basilicata e Alto Adige.

Tutti i dati di oggi

Decessi: come detto nelle ultime 24 ore sono morte 78 persone, ieri i decessi erano stati 92. In totale in Italia, da inizio epidemia, sono morte 32.955 persone.

Guariti: oggi sono guarite 2.677 persone, mentre ieri l’incremento era stato di 1.502. Nelle ultime 24 ore si è verificato dunque un netto aumento, portanto i guariti a quota 144.658.

Ricoverati: anche negli ospedali prosegue il calo dei pazienti ricoverati. In terapia intensiva oggi ci sono 521 persone, 20 in meno rispetto alla giornata di ieri. I pazienti ricoverati con sintomi sono 7.917, 262 meno di ieri. Mentre in isolamento domiciliare si trovano 44.504 persone: -2.070 rispetto a ieri.

Malati: prosegue anche il calo delle persone attualmente positive. Oggi il calo è stato di 2.358, il doppio di ieri quando era stato di 1.294.

Come al solito dobbiamo considera questi dati tenendo di conto il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati. E questa è forse, in assoluto, la notizia migliore di oggi. Perché nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 57.674 tamponi, mentre ieri ne erano stati fatti 35.241. Dunque il rapporto odierno tra tamponi effettuati e casi individuati è di 1 malato ogni 145,3 tamponi: 0,7%, ovvero il più basso da inizio epidemia.

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

  1. Scusate voi…. Del giornale…. Ma la finite di fare iconti delle morti da corona virus? Andate a vedere i 78 se fossero già malati di altro e magari capirete che la patologia principale è un altra… Nel giorno di oggi, quanti morti ci sono stati per incidenti? Tumori? Vecchiaia? Omicidio? Aborto? E allora… Avete seccato pure voi… Amichetti di Conte…