Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 dic – La vicenda in poche parole: Matteo Salvini è su un volo low cost da Bari a Milano. La ragazza che gli siede di fianco si scatta un selfie mentre il leader della Lega è crollato nel sonno e si immortala facendo un gestaccio, dai più interpretato come di sberleffo al Salvini dormiente. La foto diventa virale, Salvini stesso la ritwitta ponendo furbescamente l’accento sulla “maleducazione” della ragazza. Che adesso nel racconto agiografico della stampa di sinistra viene definita “bullizzata” dall’ex ministro e quasi se ne fa una martire.

“Odiare ti costa”?

Adesso la diciannovenne ha oculatamente chiuso ermeticamente tutti i suoi profili social incluso quelli Twitter e Instagram dai quali è stata diffusa la foto in prima istanza. Sì, perché Erika ha pubblicato la foto in cui immortalava il Salvini dormiente e il suo dito medio su un profilo allora pubblico, persino taggando l’ex ministro dell’Interno. In questo modo, la foto è divenuta un fenomeno e in molti l’hanno ritwittata pensando di fare un “danno” di immagine al leader della Lega. Tra i fan di questa iniziativa ritroviamo, ad esempio, l’avvocato Cathy La Torre, da sempre in prima fila per i diritti della comunità Lgbt e parte del movimento di segnalatori Odiare ti costaDi fronte all’ironica esaltazione che l’avvocato fa del gesto di Erika Labbe, persino Selvaggia Lucarelli (certamente non la fan numero uno di Matteo Salvini) le fa notare la macroscopica incoerenza di quanto dice: “È un illecito civile e un civilista dovrebbe saperlo” scrive la giornalista. “Fotografare una persona di nascosto e farle il dito medio diffondendo la foto sui social è qualcosa che non andrebbe pubblicizzato come un gesto figo, se si è promotori della campagna #Odiareticosta. Così, per dire“. Inoltre, chi usa frequentemente i social come La Torre poteva ben prevedere le conseguenze nefaste dell’improvvisa visibilità data a Erika ma invece di metterla in guardia e responsabilizzarla, ha preferito “usarla”. Magari per farne un simbolo ….

Immagine

L’invasione dei diti medi

Subito dopo sia La Torre che i mille pappagalli del web hanno diffuso delle foto di Matteo Salvini che fa il dito medio; in tutte le immagini, Salvini è in mezzo alla gente, a favor di camere (anzi magari anche rivolto verso di esse) e di certo non si esprime in questo gesto “ai danni” di una persona in quel momento incosciente. Anche in questo caso, dunque, la difesa è peggio dell’attacco. E Erika ha chiuso tutto, nel dubbio, evitando accuratamente di rispondere del suo gesto.

Immagine

Giovane “piagnona” da social

Erika ha avuto i suoi quindici minuti di celebrità, leciti nei tempi dei social in cui tutti siamo famosi, ma non sempre la visibilità è quella che vogliamo e ovviamente ha ricevuto anche attenzioni “indesiderate” da chi non ha condiviso il suo gesto. Una reazione prevedibile? Lo sarebbe anche per un tredicenne. Ma secondo quanto riporta La gazzetta del mezzogiorno (nel pezzo si lamenta il fatto Salvini non abbia “pixelato” il volto della ragazza che è maggiorenne e che ha diffuso il contenuto pubblicamente per prima), sul suo profilo la diciannovenne avrebbe scritto: “Salve, sono Erika Labbe, ho 19 anni e, sorpresona, non sono una “sardina”” (come se fosse il peggior insulto ricevuto). “Ringrazio Matteo Salvini per aver esposto il mio nome ovunque, facendo sì che mi arrivassero insulti pesanti, minacce di morte, intimidazioni varie e materiale pornografico. Questa foto l’ho condivisa con i miei amici per evidenziare l’incredibile coincidenza di prendere un volo low-cost e ritrovarsi seduti insieme a Salvini. Il gestaccio era, piuttosto, rivolto alle persone a cui ho inviato la foto privatamente e nulla aveva a che vedere con Salvini”.

Bimbi viziati e racconti strappalacrime

Nel racconto strappalacrime di Erika vi sono alcune incongruenze: il post da lei condiviso era di natura pubblica e l’incauta giovane aveva addirittura taggato Matteo Salvini – e anche le pietre sanno che è molto attento ai social network. Dopodiché, le sue parole sembrano essere la classica pezza peggiore della buca; la scusa che il dito medio fosse rivolto ai suoi “spettatori” è implausibile. Poi è corretto muovere un’obiezione di altra natura; è mai possibile che una giovane donna, nel 2019 (non una “ragazzina” come la definisce Rolling Stone, ma una cittadina che può votare, guidare e quant’altro) non riesca né a prevedere lo scotto da pagare nel diffondere un simile immagine, né ad accettarne le conseguenze? E’ mai possibile che questi giovani d’oggi siano dei tali piagnoni? Sì, perché nella sua dichiarazione Erika si definisce una “vittima di cyberbullismo” mentre, al contempo, ammette candidamente di non capire la politica e di non seguirla. Erika, facci una cortesia, la prossima volta che qualcuno ti dorme accanto sull’aereo chiudi gli occhi e dormi anche tu: magari sogna di un mondo fatato pieno di orsetti e minipony in cui le azioni non hanno conseguenze e ad ogni nostro gesto riceviamo solo encomi e caramelle. Altrimenti apri gli occhi e affronta quello che c’è fuori. Hai appena conosciuto il mondo degli adulti, dove se attacchi non c’è la maestra pronta ad asciugarti le lacrime, perché sei maggiorenne e vaccinata. E dove, magari, il bullo sei proprio tu.

Ilaria Paoletti

21 Commenti

  1. Che finezza che ha ‘sta donna! Ci credo che va sempre di moda il 4 contro 1, o peggio… Complimenti anche ai suoi educatori, consanguinei o meno.

  2. Ilaria Paoletti, non sai quello che dici.
    Giornalista improvvisata, probabilmente eri insieme a Salvini durante i suoi 12 anni da fuoricorso all’università..Sarei curioso di vedere le tue credenziali e il tuo cv

  3. Erika la scema …..
    alla sua età comandavo 210 militari di truppa e 40 sottufficiali ……

    nessuna giustificazione , piuttosto , ma Salvini non è indagato per uso improprio di voli di stato ????
    improprio solo per i GrulloCattoKom “giudici” alla faccia nostra ,

    Grande Salvini che vola Low Cost !!!!! esponendosi alle sardinate di piccole rincoglionite Bellaciao ….

    Un piccolo passo per una sardinella , un grande passo verso la figura di merda della SINISTRA !!!!

  4. Sei una “giornalaia”, vergognati, questo è stalking, tipico della destra di merda! Ma quanti anni hai, sembri una bambina capricciosa, lascia stare questa ragazza, vi state accanendo contro di lei, infantili e maligni. Pensate al vostro beniamino del cazzo, piuttosto.

  5. Mi ricorda un po’ il ’68 ed i “rivoluzionari ” figli di papà: ” Lotta dura, senza paura ! Lotta dura senza paura!” Urlavano in massa. Poi alla prima carica, o quando erano in pochi , le prendevano, ed allora lo slogan era :” Ci prendono, ci picchiano, ci mettono in galera ! E questa , la chiamano, libertà!” Tutto rigorosamente ritmato. I soliti fighetta, forti in mille contro uno, si pisciano addosso uno contro uno…

    • Ma non ti vergogni? Ma quanti anni hai? Dare della mignotta col culo rotto a una che manco conosci solo perchè ha fatto un gestaccio a un politico che apprezzi, ma fatti una vita e pensa alle cose importanti invece che passare le giornate a prendertela con le ragazzine!

  6. Una moderna donnina stupida che è utile in quei filmini che si trovano su internet, assieme a tre o quattro immigrati, a certificare le sue bellezze mostrandosi disinibita. È peggio della Nappi…

  7. Una ragazzetto pulciosa come quelle che spesso si vedono nei filmini su internet assieme a tre o quattro immigrati a far vedere quanto è bello essere alternativi.

  8. Brava Ilaria Paoletti: scrivi bene e sai essere spiritosa, doti essenziali per una giornalista. Tu e la Gauri dimostrate quotidianamente che il Primato mantiene un alto profilo, indipendentemente dal genere d’appartenenza (ma si può ancora dire!?)
    Leggere chi cerca di diffamarti con argomentazioni inconsistenti, o chi – peggio ancora – difende l’indifendibile e vigliacca Erika Labbe non migliora l’opinione che ho del genere umano… Ma mi induce a pensare che stiate colpendo nel segno!
    Brave ragazze, continuate così!

  9. Quella è una troia che ha cercato e trovato guai. Ce n’è anche per voi, comunisti di merda, siete la rovina del paese!

  10. “Qualcuno” afferma che è stata una presa in giro architettata da Salvini, per difendersi dalle accuse di trasporti privilegiati… Sarà…, mossa forse astuta ma comunque di gusto dubbio e volgare sia per chi l ‘ha architettata che per chi ha partecipato con il “ditino”…
    La dietrologia è sempre pericolosa! Come troppa Nutella…?

  11. Cee”’ poo da fffare…. i comunisti massa di cannaioli chehhe zecche froci culattoni depravati come quel pedofilo di pasolini loro maestro di vita.

  12. Hai FESSI che hanno criticato da GrulloCattoKom l’ articolo o i commenti , non li cito
    perchè FANNO SCHIFO :

    cambiamo immagine …. al posto di Salvini la segre , al posto della sardina
    un 13enne , bomber nero e capelli rasati a zero , dito medio con anello con un teschio …

    impossibile , la segre da riccona viaggia in 1a classe e di fianco ha il capo della scorta PAGATA DA NOI e dietro e davanti il resto della scorta SEMPRE PAGATA DA NOI e NON si sà PERCHE’ ……

    ma torniamo al 13enne ….. CHE CAZZO DIRESTE MERDE UMANE ???????

    si parte così poi si arriva ad auscuiz
    ah il negazionista …
    ora e sempre resistenza
    sciogliamo casapound
    arrestiamo i genitori che non hanno educato il nazistello ….

    …. e via con le VOSTRE cazzate !!!!!!

    io criticherei COME nel caso della SCEMA MAGGIORENNE (considerando comunque il minore
    MENO RESPONSABILE ) …..

    ah già io sono un bieco FASCISTA …… il primo della vostra merda di lista …..

    IDIOTI , fate schifo da 70 anni , le sardine sono solo la MERDA che avete prodotto dal 1945 ad oggi ……
    se non foste fessi , vi VERGOGNERESTE !

    PS . provo affetto per i 13enni col bomber nero ed i capelli rasati a zero (270bis)