Home Approfondimenti Il farmacologo Garattini contro il vaccino ai giovani: “Non abbiamo dati sugli...

Il farmacologo Garattini contro il vaccino ai giovani: “Non abbiamo dati sugli effetti tossici”

3
vaccino giovani


Roma, 18 giu — Il vaccino ai giovani? Un azzardo. Non se ne conoscono gli eventuali effetti tossici, perché, di fatto, le case farmaceutiche non dispongono ancora di alcun dato. A lanciare l’allarme non è di certo un becero no-vax ossessionato da complotti in salsa 5G e microchip sottopelle, ma il farmacologo Silvio Garattini. Tra le varie attività intraprese nella sua carriera, Garattini si è preso la briga a fondare l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs di Milano, di cui è anche presidente. Non proprio il primo sprovveduto che passa, tanto per usare un eufemismo.

Garattini boccia il vaccino ai giovani

Intervenuto alla trasmissione Agorà su Rai 3, ha espresso le proprie preoccupazioni sulla somministrazione del vaccino ai giovani. «Non sappiamo quali sono gli effetti tossici nei giovani. Non abbiamo nessun dato. E gli effetti tossici si manifestano quando sono vaccinate centinaia di migliaia di persone», spiega. Garattini sottolinea l’importanza di vaccinare prima tutti gli anziani, i più esposti a forme più virulente — e mortali — di Covid-19. «Perché vaccinare i giovani? Bisogna mettere in sicurezza gli anziani, altrimenti continuiamo ad avere morti. Quella deve essere la priorità». E poi, parlando di un’eventuale imposizione vaccinale: «L’obbligo vaccinale potrebbe essere una strada per gli over 60 scettici, ma prima curiamoci di chi vuole vaccinarsi e ancora non ha potuto farlo per i limiti della nostra organizzazione: deve essere un obiettivo prioritario».


L’interrogazione di FdI



Dichiarazioni che danno sicuramente sponda alla mozione, presentata da Fratelli d’Italia, con cui si chiede che venga sospesa la vaccinazione di massa nei bambini e negli adolescenti «se non in presenza di indicazioni specifiche per singoli casi». Nell’interrogazione vengono portati gli esempi di Usa, Gran Bretagna, Israele e Germania. In quest’ultimo caso, in particolare,  l’autorità vaccinale del Robert Koch Institut, raccomanda di vaccinare contro il Covid solo i ragazzi e bambini con patologie pregresse.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Non si comprende come mai non si consiglia di vaccinare contro il sino-virus (brevetto mancato?!), tutti i soggetti , indipendentemente dalla età, con precise patologie in essere compatibili con le soluzioni transitorie (sic) proposte! Questo sarebbe tendente alla correttezza scientifica, tutto il resto è costosa e speculativa fuffa. A meno che non ci nascondano qualcosa, a cominciare dalle gravi lacune della medicina globalista moderna! I morti di Bergamo insegnano ma molto diversamente da quello che desiderano farci intendere.
    Per altro…, sbaglio o S.Garattini alla sua veneranda età si vantava di non dover prendere alcunché di curativo visto che la natura sua (!) sanat?! Altro furbastro a spese nostre!!

  2. Che fine ha fatto l’ottimo sito Voxnews.info l unica che ci racconatva storie di ordinaria invasione serializzata dalla sinistra dei salotti della 7? Chi ci parla ora dei deliri social dei global bastards?

Commenta