Il Primato Nazionale mensile in edicola

Padova, 17 giu – Circondato da 5 persone e pestato selvaggiamente mentre gli veniva urlato “fascista“: è successo a un 34enne di Padova, nella notte tra il 14 e il 15 giugno. Un agguato antifascista in piena regola che sicuramente non farà notizia e non verrà riportato dai principali quotidiani dello Stivale, come invece sta succedendo per l’aggressione avvenuta a Trastevere ai danni di alcuni frequentatori del Cinema America. Per loro, si è scomodato un codazzo di personalità e istituzioni tra cui l’Anpi, Zingaretti, l’attore Jeremy Irons, il premier Conte.

Cinque contro uno

Come riferito da Padova Today, verso le due della notte tra venerdì e sabato il 34enne stava camminando in via del Portello, quando cinque individui lo hanno raggiunto e apostrofato con “fascista”. Secondo le testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine gli aggressori avrebbero poi assalito la loro vittima, prima spintonandola e poi colpendola con una scarica violentissima di calci e pugni. Data la superiorità numerica l’uomo non ha potuto fare molto per difendersi e ha subito l’attacco rannicchiato per terra. Una volante, chiamata dai testimoni presenti al pestaggio, è arrivata poco dopo sul luogo dell’aggressione, ma a quel punto i cinque si erano già dileguati. Le forze dell’ordine hanno soccorso la vittima e hanno ascoltato il suo racconto. Anche i presenti al momento dell’attacco sono stati sentiti dagli agenti e hanno confermato di avere sentito i cinque dare del “fascista” all’aggredito – nonostante questi sostenga di non appartenere al alcun movimento di estrema destra. I cinque sarebbero già stati identificati. Uno di questi -guarda caso – è risultato essere un militante dell’ex centro sociale Gramigna. Ora gli inquirenti stanno indagando per capire se il gesto fosse premeditato o meno.

Cristina Gauri

8 Commenti

  1. “Sono stufo e arcistufo di persone che la prendono troppo dura a destra e a sinistra, sembrano avere così poco cervello messi tutti insieme” – Jeremy Irons

    ANPI (nazionale) si è dichiarata contraria alla violenza condannando i fascisti e ricordando di non usare gli stessi metodi.

    Leggete almeno quelle che sono le dichiarazioni prima di scrivere articoli

  2. Non era un Fascio …. solo 5 aggressori per un Camerata erano una pacchia ! a meno che avessero la P38 …… anni ’70 , bei tempi solo perché
    ero giovane .

  3. Dovreste scrivere un pezzo in cronaca sull’aggressione drl cinema america.
    Anche solo per smontarla. Avrete mica paura?

  4. Questi centri sociali covo di terroristi e devastatori di citta’ covo di drogati spacciatori e ribelli comunisti ,una sana randellata ogni tanto li farebbe ritornare a lavorare qualche giorno visto che son tutti sfatigati disoccupati e ribelli spacciatori.

  5. Belli me piaciuto proprio!! Peccato non abitare a Padova mi piacerebbe andare a prendere questi grandi kompagni uno alla volta pure 2/3 non ho problemi w poi divertirmi con loro. Di sicuro prima di 5/6 mesi non potrebbero fare nessuna denuncia,per mancanza di mandibola e campo visivo.ma si sa i komunisti sono una spregevole razza protetta autorizzati ad aggredire con la certezza di non andare in galera, prima però era così adesso con il nuovo da giochiamo alla pari e quindi zecche sinistrate fatevi sotto che adesso ci (mi) diveretti amo. Kompagni giochiamo.alla guera? ??