Roma, 18 giu – Il finto Andrea Pirlo era un ladro. Eppure, evidentemente, sembrava proprio lui, l’ex centrocampista che ci ha incantato con le sue giocate e ha contribuito in modo significativo alla vittoria dei Mondiali nel 2006. Dunque nessuno sospettava, tra i commercianti dei negozi e delle boutique di lusso, che in realtà non era altro che un truffatore. Un 48enne di Valenza Po, in provincia di Alessandria, usava infatti ordinare costosi capi di abbigliamento, chiedendo sconti di tutto rispetto visto che, insomma, i negozianti di turno stavano vendendo a Pirlo mica a un cittadino qualunque.

Possibile però che i commercianti cascassero così facilmente nel tranello? Secondo quanto riportato da La Stampa, la “tattica” era questa: il truffatore chiamava i negozi presentandosi come Andrea Pirlo, poi vi si recava con il suo look che lo faceva sembrare proprio l’ex fenomeno juventino oppure si avvaleva di una collega di raggiro, ovvero la sua fidanzata 42enne (anche lei denunciata) che si spacciava come collaboratrice dell’ex centrocampista, ritirando gli articoli che erano stati ordinati e promettendo che poi il calciatore sarebbe passato a pagare il conto.

Il raggiro però è stato smascherato, dopo una serie di truffe realizzate in tutta Italia e una querela dell’ex calciatore. La polizia ha individuato l’uomo e lo ha denunciato. Adesso è accusato di truffa e sostituzione di persona.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta