Roma, 10 giu – Tra i vari astrofisici, ingegneri nucleari e chirurghi altamente specializzati che regolarmente importiamo dall’Africa segnaliamo anche l’esibizionista ghanese arrestato dagli agenti della Polizia di Stato qualche giorno fa, dopo essersi “imbucato” in una festa di fine anno scolastico. Secondo quanto riportato da Affaritaliani, alla festa, che si stava svolgendo in un locale all’inizio della via Tiburtina a Roma, partecipavano un gruppo di bambine accompagnate dalle mamme riunite per festeggiare la fine dell’anno scolastico. Verso le 22 una serie di telefonate al 112 hanno allertato le forze dell’ordine riguardo alla presenza di un uomo di origini africane dal comportamento sospetto, il quale non voleva saperne di allontanarsi dal posto.

L’orrore delle bambine

Quando i genitori delle bimbe hanno cercato di allontanare l’immigrato, questo ha mostrato i genitali al suo “pubblico”, suscitando l’orrore delle bambine che hanno iniziato ad urlare, facendolo allontanare, anche se di poco. Seppur da lontano, l’uomo continuava a tenersi i pantaloni abbassati fino all’arrivo di un equipaggio del Reparto prevenzione crimine Lazio, che ha raggiunto lo straniero con l’intenzione di bloccarlo. Il ghanese ha opposto tutta la resistenza di cui era capace prima che gli agenti riuscissero a contenerlo. L’arrestato si chiama W.P.W.; 61enne e sprovvisto di documenti, è stato identificato tramite alcune foto segnaletiche, frutto di pregressi episodi di violenza nei confronti delle forze dell’ordine. Ciliegina sulla torta, W.P.W. è risultato anche irregolare sul territorio italiano e con un provvedimento di espulsione emesso a maggio dal Questore di Roma.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here