Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 ott –  Luca Di Donna, collega di Giuseppe Conte nello studio di avvocati presso il quale entrambi lavorano: il legale è indagato per influenze illecite per ottenere l’assegnazione di appalti e forniture presso la struttura commissariale per l’emergenza Covid, Mise e Invitalia.



Di Donna, il “collega” di Conte

Da questa mattina, a Roma sono in corso diverse perquisizioni su disposizione della Procura per quanto riguarda l’indagine sull’avvocato Luca Di Donna e almeno altre tre persone. I reati contestati all’avvocato e agli altri indagati vanno dall’associazione a delinquere finalizzata al traffico di influenze illecite, ad episodi di influenze illecite per ottenere l’assegnazione di appalti e forniture presso la struttura commissariale per l’emergenza Covid, Mise e Invitalia.

La perquisizione di questa mattina

Nel corso della mattinata, è stata perquisita proprio l’abitazione di Di Donna, legale e collega di studio dell leader pentastellato Giuseppe Conte. Secondo l’accusa, l’avvocato avrebbe speso il nome di importanti pubblici ufficiali per cercare di ottenere appalti. Secondo il sito internet riconducibile a Di Donna, l’avvocato è anche Ordinario di Diritto privato europeo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Non solo: insegna Diritto privato europeo, Diritto privato, Diritto dell’economia, Business Law,  Diritto dell’economia, legislazioni antitrust e regolamentazione dei mercati. Dal 2016 al 2018 Consigliere giuridico del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri presso il Dipartimento per le Politiche europee. Un curriculum di tutto rispetto. Peccato per questa macchia …

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta