Padova, 24 mag – Ha cercato di vendere droga a due agenti della questura in borghese e quando loro hanno rivelato di essere poliziotti ha perso la testa e li ha aggrediti. Mamwaly Jallow, gambiano, 40enne, troppo spavaldo o troppo inesperto, ha corso più rischi del dovuto e si è ritrovato nei guai.

Finto profugo

L’immigrato è in Italia da qualche anno e gode dello status di richiedente asilo, in attesa che gli venga accolta la domanda di protezione internazionale. Il classico finto profugo di belle speranze entrato in Italia e parcheggiato a spacciare nelle nostre città. Belle speranze che in queste ore si stanno facendo sempre più improbabili. Erano circa le 14 quando l’africano, vagando presso i giardini dell’Arena di Padova senza meta ma con lo scopo di trovare dei clienti per la propria attività di spaccio, aveva cercato di avvicinare due potenziali acquirenti, esponendo la sostanza in pieno giorno, alla luce del sole. Mamwaly chiede Cinque grammi di marijuana per 50 euro, ma i due, al posto del contante, estraggono i distintivi della Squadra mobile. Apriti cielo. Mamwaly, in preda al panico, non fugge come sarebbe più plausibile pensare, ma dopo aver buttato l’erba per terra si scaglia contro i due agenti, aggredendoli con ferocia con calci, pugni, spinte. Una furia tale che costringe i due poliziotti a chiedere l’aiuto di un’altra pattuglia. All’arrivo dei rinforzi il gambiano è immobilizzato e ammanettato, e viene arrestato per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Una volta portato in questura per l’identificazione, vengono scoperte altre buste contenenti droga per un totale di 22 grammi di marijuana sequestrati. Ma, per ironia della sorte, come riferisce Il Gazzettino, il buon Mamwaly viene rilasciato subito dopo.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. …ironia della sorte, o del giudice?…”Hanno dovuto chiedere aiuto”…ma che genere di addestramenti vengono impartiti? Il combattimento / difesa dovrebbe essere la prima ad essere insegnata…

  2. Speriamo che oggi le.persone intelligenti votino dalla parte giusta. Basta sentire ste cose dell’altro mondo
    Se era italiano avrei voluto vedere il giudice che diceva. Cia le toghe rosse dalla magistratura.riaprire Auschwitz per immigrati clandestini economici, zingari e magistrati sinistrati.poi chiudere il cancello e fargli fare la repubblica delle banane e poi possono fare come gli pare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here