parietti salviniRoma, 24 nov – “Social usati come armi per offendere violentare, insultare, molestare le persone con pletore di insultanti dementi che scrivono cose di gravità estrema senza prenderne coscienza”. Dopo nemmeno 2 giorni dalla sfida a suon di minacce lanciata contro Salvini dalla Parietti, “popolarissima da oltre 30 anni” come si definisce su Facebook, la soubrette ci ripensa e decide di affidare al suo avvocato il compito di portare in tribunale gli utenti di Facebook che avevano commentato con toni più o meno coloriti la vicenda.

La querelle era cominciata sulle onde de “La Zanzara” di Radio24 il 19 novembre.
Salvini? E’ un bullo. Fa dei discorsi da bar. Dice cazzate per raccattare voti, per avere consenso”.

Pochi giorni dopo Salvini riporta il virgolettato e aggiunge “Ecco il profondo pensiero di Alba Parietti. Non so se questa compagna fa più ridere o più pena”. Per il leader del carroccio la storia finisce lì ma la Parietti decide di alzare il tono della sfida.
Si sfoga su Facebook in toni non propriamente da educanda. “Lo schiaffeggio pubblicamente” confida a Facebook il 22 novembre alle 22.
La risposta non arriva e 2 ore dopo sempre la Parietti rilancia: “Allora Salvini accetti o no questa sfida ?” Ci prova anche la Zanzara a scatenare la reazione del segretario della Lega Nord ma di nuovo la miccia resta spenta.
“Un faccia a faccia con la Parietti? Solo se si parla degli studi di settore, della legge Fornero. Ma lei mi ha invitato insultandomi, tendenzialmente non accetto questo tipo di confronto”.

Ma dove non arriva la reazione di Salvini arriva la reazione di Facebook. La vincitrice del premio Grotteria 2015 si ritrova infatti subissata di critiche proprio tramite il popolare social network. E reagisce nel peggior dei modi.

“Vi informo che sono dai carabinieri , sto procedendo con le denunce di diffamazione con relativa querela di persone che oltre a diffamare aggiungono condotte che inducono a istigazione alla violenza nei miei confronti”.
Di seguito una quindicina di screenshot con foto, nomi e cognomi degli “insultanti” a disposizione dei suoi fan in una sorta di moderna lista di proscrizione.

Stefano Casagrande

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. In una società putrida come la nostra, diventano un valore davanti alla massa le parole di soubrettine, cantanti, personaggi tv.
    In verità loro non dicono nulla, ma lo dicono benissimo.

  2. Criticare un politico e’ un sacrosanto diritto di ogni cittadino italiano; diritto sancito peraltro dall’articolo 21 della Costituzione .Offendere non e’ consentito a nessuno .La Parietti conosce i diritti ma non i doveri .Se ha offeso Salvini e i suoi seguaci, e’ lecito corrispondere agli insulti con altre offese ! La Parietti ha troppo sussiego : si ritiene intelligentissima,coltissima,sempre pronta a discettare su tutto e tutti ! Chi ha davvero coscienza del SAPERE ,dice con Socrate : ” SO DI NON SAPERE” .I presuntuosi come lei,invece,ritengono di sapere tutto !Inoltre sarei curiosa di conoscere chi ha lanciato alla ribalta dello spettacolo Alba Parietti : non sa recitare,non sa cantare,non sa ballare ,in compenso alza lo scudo ,sempre,per difendere la SINISTRA !A pensare male……………………

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here